10 For the Writers – Traduzione e riassunto primo episodio

10 For the Writers – Traduzione e riassunto primo episodio

Traduzione realizzata da Paolo Konami di “10 For the Writers Ep 01“; articolo pubblicato originariamente il 5 Novembre 2014.

Primo episodio

10 Per gli Scrittori Ep 01

Domande, risposte, tempi

D1 – Auran Solstrider – 1:00 – Considerato l’universo vasto e dettagliato che state creando, qual’è il posto o la cosa che siete più emozionati di vedere ?

R – In questo momento.. tutto. Siamo esaltati di scoprire tutto quello che si sta creando. In particolare ad Haddock interessano i Tevarin (razza aliena). A Will invece interessa lo Spider (zona dello spazio in cui si trova il cimitero delle astronavi)

D2 – X3rx3s – 2:10 – Nel momento in cui date vita alle razze aliene, come fate a “mettervi nelle loro teste” ? Come fate a immedesimarvi in loro e pensare dal loro punto di vista ? Immagino che sia abbastanza diverso rispetto alla prospettiva che hanno gli umani e dovrete tenere in conto una storia e una cultura completamente diversa propria di ogni specie aliena.

R – Alla fine si tratta di parlare di una “persona”. Non vogliamo concentrarci troppo sulla razza ma sugli individui. Invertendo la prospettiva è divertente pensare come gli umani ti vedrebbero se tu non fossi parte della loro cultura.

D3 – Melvach – 4:22 – Qual’è la vostra paura più grande collegata al fatto che, quando i cittadini diverranno esperti su gran parte dell’ambientazione, come per la Galactapedia e cominceranno ad analizzare qualsiasi aspetto del gioco che avete creato ?

R – Sta già accadendo, sulla Galactapedia troviamo già delle annotazioni scritte negli angoli dai giocatori che hanno notato incoerenze nel gioco. In questa fase di sviluppo ne teniamo conto e speriamo comunque che tutto quello che abbiamo scritto sia coerente.

D4 – Sharkateer – 6:08 – Gli eventi creati dai giocatori come Operation Pitchfork avranno effetto sull’ambientazione (ed eventualmente verranno integrati nella storia) di Star Citizen ?

R – Si. Le attività svolte dai giocatori singoli e da gruppi di più giocatori diverranno parte della storia di Star Citizen e avranno anche conseguenze nella storia a lungo termine.

D5 – Doctor Nefario – 8:15 – I programmatori che stanno lavorando al PU si consultano con voi regolarmente riguardo all’ambientazione ? Ho trovato molte cose interessanti leggendo l’ambientazione e ho paura che viaggiando nei sistemi di cui ho letto non troverò implementate le stesse cose di cui ho letto.

R – Si. L’ambientazione è la fonte da cui il PU viene costruito.

D6 – Cypher Kalderese – 9:48 – Trovo molto interessante l’idea della Church of the Journey (Chiesa dei Viandanti, ndr) e sono curioso di sapere se c’è/ci saranno delle analogie con i Pellegrini di Wing Commander.

R – Non sono sicuro ma è possibile. Comunque non sono previsti bonus di navigazione attraverso i Jump Point.

D7 – Aintaer – 10:40 – Molte storie si incentrano sugli atti audaci e scellerati dei eroi e dei malvagi. Avete in ‘programma di rilasciare storie di questo tipo per tutti gli amanti della narrativa ?

R – Oooh, sicuramente! Sostanzialmente vogliamo integrare qualsiasi genere di storia. In particolare la nuova Phoenix con la sua vasca ad idromassaggio sono perfetti per le storie d’amore. (Tirando ad indovinare i ragazzi non sembrano molto experti di narrativa se pensano che la domanda si riferisca ad un flirt in una vasca da bagno – Konami)

D8 – Cogneter – 12:05 – Gli eventi in-game avranno la stessa durata in tempo reale ? Per esempio, se ci sarà una guerra di 3 mesi nel gioco, i giocatori potranno giocarla per 3 mesi in tempo reale ?

R – Oooh No! Il tempo nel gioco è “concentrato” ripetto a quello reale ma per ora non abbiamo una relazione precisa da indicarvi.

D9 – [903] Harper – 13:54 – L’attuale ambientazione sembra essere una ragnatela di informazioni da tenere a mente. Quale tipo di sistema volete usare internamente per fare controlli incrociati sulla consistenza di queste informazioni ?

R – Una Wiki interna. E l’utilizzo del sito web pubblico. Comunque sia è un lavoraccio tenere tutto quanto in ordine.

Lascia un commento