Around the Verse 3.11 – DE

Around the Verse 3.11 – DE

Around the Verse 3.11, presentato da Sandi Gardiner e Forrest Stephan. L’episodio di questa settimana ci porta negli studi di Francoforte.

Nuove dal versante 2.6; gli Evocati continuano la loro fase di test sui bilanciamenti previsti per le future versioni, mentre si sviluppano nuove missioni da implementare nella porzione di sistema attorno a Crusader.
L’aggiornamento prevede anche l’implementazione di due nuove navi quali la Herald e la  Vanguard Hoplite assieme al nuovo sistema di transizione logica per i brani di sottofondo, mentre continuano i test interni per Star Marine e si sottolinea che il lavori sul nuovo sistema di networking non sarà presente nella 2.6, ma nella 3.0.

 

Studio Update

Lo Studio Update di questa settimana ci porta in quel di Francoforte, aprendo con la visione di alcuni problemi su illuminazione e ombre riscontrati nella demo, poi corretti, della CitizenCon.
Per quanto riguarda gli effetti visivi, invece, ci vengono mostrati alcuni dettagli dietro la tempesta di sabbia; nel particolare la tempesta è composta da più strati e diverse mappature texture, in questo caso 3 strati, i quali possono essere gestiti in varie forme come la velocità di riproduzione delle animazioni anche in maniera dinamica, oppure possono interfacciarsi con uno strato di nebbia/pulviscolo sollevato dalla tempesta stessa nella sua prossimità.
Tutto verrà gestito, alla fine, con il sistema dedicato alle condizioni meteo.

 

Behind the Scenes: Procedural Planets

Nel dietro le quinte di questo episodio ci viene illustrata la nascita della tecnologia procedurale per i pianeti.
Andando per ordine temporale:
-Nel Settembre 2015 sono iniziati i lavori di riscrittura dl CryEngine, così da consentire la creazione dei planetoidi.

-Fine Ottobre 2015, primi esperimenti con i planetoidi, fino ad arrivare al Novembre 2015 con la prima implementazione dell’atmosfera.

-Fine 2015, con il video “From Pupil to Planet”, viene resa pubblica l’implementazione dei pianeti procedurali a transizione continua.

-Febbraio 2016, il primo uomo a camminare su di un pianeta procedurale che, nonostante le mancate rifiniture a livello di texture, funziona.

-Marzo/Aprile 2016, perfezionamento dei dettagli di superficie e prima implementazione di un veicolo su di un planetoide.

A susseguirsi un perfezionamento dello strumento di creazione per questi pianeti procedurali, con aggiunte di vario tipo; si va dall’implementazione di mappe per delineare i vari ecosistemi, al perfezionamento di generazione dei pianeti in stato “primitivo” sferici fino all’ottimizzazione con transizione continua.

La demo mostrata durante il CitizenCon si è dimostrata un punto di svolta, tanto da denominarla Procedural Planets V 2.0, ovvero il raggiungimento di più obiettivi all’interno dello stadio di sviluppo con le dovute aggiunte d’elementi; sorprendente anche è la resa per quanto concerne le performance, con un’esecuzione in tempo reale a 60 frame al secondo senza preprocessing. Il tutto con le aggiunte raggiunte fino a quel punto e più come il tessellation e altre tecniche di definizione dei dettagli, punto forte di Star Citizen.
Non finisce qui, al sistema sono stati aggiunti anche altri elementi come la generazione procedurale della vegetazione, la rotazione dei pianeti capace di scandire i cicli di giorno e notte e enfatizzare l’illuminazione derivante dalle stelle, oppure gli oceani con onde dettagliate da tessellation e shader effettistici, per non parlare della prima implementazione delle nubi in grado di proiettare ombre e, di conseguenza, alterare la luminosità sulla superficie dei pianeti.
Per il resto vi lasciamo al video, poiché come sempre, in questi casi, le sequenze mostrate valgono più di mille parole.

Community Update w/Tyler Witkin

Nel Community update di questa settimana, Tyler Witkin ci ricorda che questo fine settimana scade il periodo di prova gratuita aperto a tutti per il titolo, mentre si comunica che la prossima nave messa gratuitamente a disposizione per gli abbonati nel mese di Novembre, è la Origin M50.
Oltre si evidenziano le iniziative della comunità come il German CitizenCon e l’aumento di eventi per il BarCitizen con la sua mappa informativa su tali eventi organizzati dagli amatori.

 

Fonte RSI
INN

3 thoughts on “Around the Verse 3.11 – DE

Lascia un commento