BiotiCorp

BiotiCorp

BiotiCorp – Un esperimento andato a buon fine

Oggi la BiotiCorp, una grande azienda all’avanguardia nella produzione di dispositivi medici e chirurgici, trova le sue radici nella scuola di medicina di Scaliger nel sistema Rhetor. Il laboratorio, così chiamato a causa della elevata sensibilità del suo sistema di rilevamento di rischio biologico e per la frequanza con la quale gli studenti che lavorano al suo interno riamangono intrappolati per tuttta la notte per la decontaminazione, ha prodotto un numero esorbitante di scoperte scientifiche nell’ultimo secolo, ed è stato, nel 2912, il luogo in cui i dottorandi e i futuri fondatori della BotiCorp, Ted Santos e Diya Nikolas, si sono incontrati per la prima volta.

Nikolas stava studiando gli effetti del viaggio quantico sulla precisione dei robot chirurgici quando si trovò nuovamente bloccata dall’attivazione di un allarme di decontaminazione. Santo, che si era appena trasferito nella scuola, era anche lui all’interno del laboratorio quando scattò l’allarme, fu preso subito dal panico.

Cercand0 di calmare il ricercatore ovviamente agitato, Nikolas chiese a Santos di illustrarle il suo progetto. Dopo aver ricevuto delle sovvenzioni dalla Marina militare della UEE, Santos stava analizzando la malattia Targion, un disturbo neurologico che appare nei soldati con lungo grado di servizio, per trovarne una possibile causa. Prima della disattivazione degli allarmi, i due capirono che le loro ricerche erano collegate.

Tre anni dopo, i dottori Nikolas e Santos, pubblicarono un articolo  sul Rhetor Journal of Medicine (il Giornale di Rhetor della Medicina, ndr) provando la connessione tra la compressione genetica gravitazionale che accade nei viaggi quantici con la crescente fatalità nel trasportare pazienti gravi, durante le operazioni. La loro ricerca era innovativa ed ha avuto immediatamente effetto sui protocolli di Ricerca e Salvataggio. Crercando di capitalizzare la preziosa scoperta, la Scuola di Medicina di Scaliger investì volentieri nella fondazione di un centro di ricerca privato che sarebbe stato gestito dalla coppia, così nacque la BotiCorp.

Il primo prodotto commerciale della compagnia fu un nuovo software per i robot chirurgici che permetteva una migliore compensazione degli effetti del viaggio quantico e che ridusse incredibilmemte le morti dei pazienti dutante i trasporti. Il programma era adattabile a molti usi, e la BotiCorp reinvesì tutti i profitti in ricerche aggiuntive, solidificando quella che sarebbe diventata la solida reputazione dell’azienda per spingere costantemente avanti la medicina.

L’epoca delle Vittorie

Dopo essersi recentemente trasferita in una massiccia e nuovissima sede fuori Candalor su Reisse, la BotiCorp continua a intraprendere passi innovativi con ogni nuovo prodotto rilasciato. Per oltre 30 anni sono stati associati con i migliori ricercatori e dottori di diverse discipline, pionieri nelle ricerche mediche, per migliorare la qualità delle cure di chiunque nell’Impero. Espandendosi dai software ai prodotti utilizzabili, la BotiCorp creò la sua linea di robot chirurgici, chuiamata Autodoc. Anche se non posso essere ricchi di funzionalità come alcuni loro concorrenti, i robot sono noti per la loro continua affidabilità anche in condizioni al di sotto dello standard. Questa solidità favorisce l’utilizzo di Autodoc da parte dell’esercito a bordo di piattaforme ospedaliere mobili come le Endeavor.

La serie Autodoc si trovò brevemente sotto iriflettori dopo il recente attentato al Consiglio dei Governatori, in New Castle. Con la maggior parte degli ospedali impegnati a curare i feriti dell’attacco stesso i membri del consiglio feriti furono portati velocemente in una Cutlass Red che era fortunatamente parcheggiata in una zona di atterraggio lì vicino. I Governatori furono stabilizzati a bordo con Autodoc fortunatamente equipaggiati sulla nave, e portati subito in un ospedale libero. Nella riunione del Consiglio successiva, il Governatore Joseph Donovin accreditò molto gli Autodoc che gli salvarono la vita provando, senza successo, a far passare una legge che ne prevedeva l’installazione in ogni palazzo Governativo.

E’ stato cercando di migliorare i robot chirurgici che la BotiCorp si approcciò per la prima volta sulla successiva linea di prodotti: gli scanner medici. Parlando nel 2935 alle scuole di laurea della Scuola di Medicina di Scaliger, la Dottoressa Nikolas proclamò che il più importante strumeto che ogni medico professionista deve avere è la conoscenza. Migliorando le tecniche di scansione la BotiCorp spera di aumentare l’abilità di robot e umani di determinare accuratamente cosa sta avvenendo all’interno di un paziente, rendendo ancora maggiore la possibilità di successo di trattamenti. Al momento del rilascio in commercio, il Vitalus Pro MedicScan fu accolto dalla comunità medica con grande successo. Dotato di avanzati parametri clinici per la rapida analisi del paziente e di un ampio set di funzionalità, la linea di scanner Vitalus Pro è in grado di rispondere a qualsiasi esigenza in ambito di accuratezza e precisione.

C’è stata una certa preoccupazione per la privacy per il fatto che gli scanner Vitalus hanno una dimensione ridotta e quindi una grande portabilità, e pertanto chiunque può averne uno e apprendere informazioni personali da ingnari cittadini. I lobbisti dell’Associazione Imperiale dei Diritti Civili stanno pressando il senato per rendere illegare scansionare qualcuno senza la sua autorizzazione, ma una legge del genere renderebbe più difficile prestare cure a paziendi in stato d’emergenza. Anche se il dibattito è ancora in corso, l’uso del Vitalus continua a diffondersi.

Non tutte le innovazioni della BotiCorp hanno avuto grande successo come Autodoc e Vitalus. Nel 2924, la compagnia introdusse una nuova camera anticontaminazioni da utilizzare nelle zone di atterraggio per evitare il contagio di microbi e malattie extra-planetarie alla popolazione locale.  La PurLyfe fu utilizzata per meno di un mese ni centri doganali, fino a quando non divennero pubbliche le notizie che le persone che la utilizzavano si ammalavano. Fu scoperto che la camera era troppo aggressiva e rimuoveva anche i microrganismi utili al corpo, rendendolo esposto a molti tipi di batteri. La BiotiCorp ritirò dal mercato tutti i dispositivi e interruppe la produzione delle PurLyfe. Nonostante l’errore della azienda, l’opinione pubblica rimase a favore della BiotiCorp per il tempestivo ritiro dal mercato delle camere e per il sostegno alla popolazione colpita da malattie a causa di esse.

Ricostruzione

Instancabili, Nikolas e Santos, hanno investito tempo e denaro della loro azienda in quello che ritenevano fosse il prossimo grosso colpo. Il progetto Calliope, diretto dal capo ingegnere medico della BiotiCorp Livia Haskel, è un sistema diagnostico e chirurgico di tutto il corpo che ha svariate applicazioni in ricostrizione e chirurgia plasica. Ispirata dalle sue stesse esperienze, dopo essere stata ustionata in un incidente su un a nave, Haskel e il suo team cercarono di migliorare i sistemi di alterazione fisica disponibili attualmente sul mercato. Mentre le persone sono state capaci di cambiare il colore degli occhi o la forma del proprio naso abbastanza facilmente per anni, Calliope è destinato per permettere alle persone di sottoporsi velocemente e in modo sicuro a interventi di ricostruzione ossea e di tessuti, che prima erano eseguiti in più interventi e da squadre di chirurghi.

Dopo il successo della presentazione di Calliope al Senato e all’Alro Comando Navale del dott. Santos e della dott.ssa Haskel, Calliope è stato adottato dall’esercito per le prove iniziali con impressionanti risultati. Giovani militari che fino a poco tempo prima avrebbero dovuto affrontare la vita con debilitanti cicatrici, possono essere riportati alla normalità, o se il paziente vuole, anche meglio di prima. Con un così positivo feedback, Calliope sta cominciando a farsi strada in centri medici civili, i pazienti che lo hanno provato per la prima volta lo descrivono come un “cambiamento di vita”. L’effetto sociale e culturale della possibilità di cambiare completamente aspetto in così poco tempo e così facilmete è ancora da vedere, ma possiamo stare certi che la BiotiCorp ha trasformato nuovamente l’universo in cui viviamo.

 

<<<FINE TRASMISSIONE

Articolo originale

Traduzione a cura di: SpartanJack

3 thoughts on “BiotiCorp

Lascia un commento