Dalle stelle ai pianeti

Dalle stelle ai pianeti

Saluti Citizen!

Se vi siete persi il livestream pre-vacanze della CIG, lo studio che si occupa della realizzazione di Star Citizen, siete scusati!
Ma non possiamo perdonarvi se non siete riusciti a vedere il video che mostra come lavorerà il sistema di “generazione procedurale”  di pianeti su Star Citizen. Ecco quindi il video che spiega a grandi linee il funzionamento:

Per chi non mastica bene l’inglese vi faccio una piccola trascrizione:

Si tratta di un pianeta roccioso di 1000 km di diametro combinato con una zona di atterraggio fatta a mano.
E’ possibile accedervi passando dallo spazio alla superficie di terreno senza schermate di caricamento.

L’atmosfera è basata su un accurato modello di trasporto della luce che prende in considerazione la sua diffusione. Questo permette di renderizzare l’atmosfera correttamente ed automaticamente da ogni punto di vista, dallo spazio alla superficie.

Siccome un pianeta non potrebbe mai starci in memoria, la sua superficie è generata gradualmente, su richiesta, a differenti livelli di dettaglio a seconda dello spostamento della visuale.

In seguito è stata fatta una dimostrazione in diretta dell’effettivo funzionamento di tale sistema, dandoci un assaggio di quello che sarà l’atterraggio su di un pianeta:

Aspettiamo speranzosi nuovi sviluppi.

See you in the ‘verse!

Fonte    RSI

3 thoughts on “Dalle stelle ai pianeti

  1. Un plauso alla scelta per il discorso pianeti. La scala non avrebbe permesso nulla di meglio, senza avere un gioco da mezzo TB di grandezza :asd: Si sa quando arriverà qualcosina in alpha?

    In realtà no, L'architettura procedurale genera in base ad un semplice seme ( un numero ) l'intero pianeta al volo , senza necessità di dover immagazzinare alcuna informazione sul pc . Quindi in pratica non pesa nulla .

Lascia un commento