DIARIO DI VIAGGIO DI HARPER NGUYEN

DIARIO DI VIAGGIO DI HARPER NGUYEN

DIARIO DI VIAGGIO DI HARPER NGUYEN

Questo anno è il 150° anniversario del viaggio di Harper Nguyen. A 128 anni di età, fece il record della più anziana esploratrice che scoprì un punto di salto. Fino ad oggi lei è famosa non solo per la scoperta ma anche per le strazianti circostanze in cui si è verificata.

Per onorare questo avvenimento sotto sono riportati degli estratti dal dettagliato diario di viaggio di Harper.

Inizio:

2795.02.14/18:18

LUOGO: Prime, Terranova

Ho finito di installare il nuovo scanner oggi. Ci è voluto più tempo del previsto, ma sembra funzionare correttamente. Contiene una nuova interfaccia che è… mah, abbastanza avanzata. Mi ci vorrà un po’ di tempo per abituarmi. C’è anche questa funzione che calcola più rapidamente la gamma dinamica…

Normalmente, questa dovrebbe essere la parte della conversazione in cui i tuoi occhi diventano lucidi. Tutte queste modifiche meccaniche appena installate non sono fatte per te come lo sono per me. Quindi per non annoiarti, ecco il riassunto. Non so come funzionino fino a che non le porto nello spazio. Fidati di me, se ci fosse un punto di salto qui lo avrei già trovato.

So quello che ti ho promesso. Tornare nello spazio, non era nei miei pensieri. Dopo il funerale non c’era più nulla da fare o da adeguarsi a fare. Sai, non ho mai realizzato quanto fossi rumoroso prima che te ne andassi. Nessuna imprecazione quando non riuscivi a fare un gioco Sataball… Immagino che dopo aver vissuto con una persona per quasi 100 anno ci si abitua ad averla introno.

Onestamente, quando sono a casa è difficile non pensare a te. Lo Spectrum (televisione, ndr) era una buona distrazione ma non siamo mai state delle persone che passano molto tempo a casa. Poi ho letto di questo scanner avanzato per la nostra nave. L’ho comprato ed ho iniziato ad armeggiare. Avevo soltanto bisogno di qualcosa da fare. Ma continuavo a sentire la tua voce nella mia testa dire: “A cosa serve un nuovo scanner in un hangar?”

Non ti preoccupare, non mi allontanerò molto. Nel dubbio non lascerò neanche il sistema. Chi sa? Magari ci sono ancora uno o due punti di salto intorno a Terranova?

Solo così si può sapere, seguirò tutte le nostre vecchie procedure. Anche implementandone qualcuna nuova che penso ti piacerà. Ci sono un sacco si scorte a bordo così non dovrò comprare roba in massa nelle zone di atterraggio. Ho anche impostato due notifiche per ricordarmi di prendere le mie pillole. Sai come sono quando aggiusto qualcosa.

Ma non preoccuparti per me, non dovrei metterci più di una settimana.

2795.03.24/19:56

LUOGO: Aydo, Ellis

Ricordi il tuo giro migliore sul tracciato della Murray Cup? L’ho battuto oggi. Non male vero? Queste modifiche ai thruster sembrano aver dato i loro frutti. Penso che mi abbiano anche aiutato perché ho fatto tutto il viaggio in un solo volo. Avevo dimenticato quanto poteva essere divertente.

Ho pranzato a terra dopo aver finito la mia corsa. Sentivo che avevo bisogno di mangiare in un posto diverso dalla nave per una volta. E dovevo anche smettere di guardare questo scanner in ogni modo. A causa sua sono veramente allo stremo delle forze. Ho provato in qualunque modo ad aggiustarlo ma continua a dare lo stesso errore.

Fortunatamente ho incontrato qualcuno che dice che può aiutarmi. Taylor… è una minatrice, in verità. Usa sacnner tutto il tempo per individuare minerali rari. Sai, dice che Ellis I può valere una fortuna ma che nessuno ha ancora capito come estrarre dal pianeta senza rimanere cotto come una frittata dai brillamenti solari. Affascinante, vero?

Lo so è contro i nostri protocolli portare gli stranieri sulla nave, ma ho bisogno del suo aiuto per riparare lo scanner. Sarebbe uno spreco fare tutta la strada di ritorno per Terranova con lo scanner che non funziona. E anche… era un buon modo di passare del tempo con qualcuno che non fossi tu. Sedersi e soltanto ascoltare una persona che stesse parlando con me.

Non so perché continuo a parlare con te così. Beh, forse perché per me lo rende più facile. Mi fa sentire più sicura. Meno sola. Ma dopo aver passato un po’ di tempo con Taylor oggi, ho capito che non posso andare avanti con questa farsa per sempre. Non è salutare. Per entramb–

Oh, deve essere lei. E’ davvero una persona puntuale. Non posso aspettare per far funzionare questo scanner.

2795.03.26/05:36

LUOGO: Ellis

Non posso crederci, sono viva…

C’è voluta tutta me stessa per uscire da quelle corde. Non posso crederci…

Non avrei mai dovuto infrangere il nostro protocollo. Mi dispiace ti metto giù…

Non so nemmeno da dove cominciare? La nave è ancora intera ma il nuovo scanner è andato. Secondo, Taylor ha visto che ne avevo davvero uno, le cose sono diventate confuse, veloci. Tutte le mie provviste sono andare, anche le pillole. Non sono neanche rimaste le razioni di emergenza. Mi hanno a malapena lasciata viva.

Oh… pensa. Cosa posso fare? Ti prego André, aiutami…

No, non può funzionare. Hanno disattivato il segnale di soccorso. Non vale la pena cercare di aggiustarlo adesso. Ok, cosa c’è dopo sulla lista… Giusto, controllo il navigatore per vedere dove sono…

Non può essere vero. Tiene insieme. Lo spazio non ha dei bagliori. Potrebbe essere un effetto collaterale-

Wow… cos’era quello? Sembrava quasi… Si, no, qualcosa c’era. No, non può…non può essere un punto di sa–

<< Trasmissione comunicazioni finita.

In questo momento Harper Nguyen è entrata nel punto di salto che collega Ellis con il Sistema Taranis. Si è assicurata un posto nella storia andando dall’altro lato e tornando indietro. Tenendo conto del suo stato fisico, la navigazione di Harper in questo punto di salto è considerata tuttora una dei talenti più impressionanti dell’esplorazione moderna.

Quando Harper ha realizzato che aveva raggiunto il Sistema Taranis, ha capito che era in pericolo. Ha aggiornato subito il computer di bordo con i nuovi dati raccolti ed è tornata indietro al Sistema Ellis per lo stesso punto di salto che aveva appena attraversato. Quando è atterrata su Noble, il giorno seguente, nessuno credeva alla sua storia.

E’ solo dopo che ha fornito le coordinate alla UEE che la sua leggenda ha cominciato a crescere. Quando è stata intervistata, Harper ha semplicemente detto di non volere nessun profitto per la sua scoperta, soltanto di chiamare il punto di salto da lei scoperto “Salto di André”, in onore al suo defunto marito.

Articolo originale

Traduzione a cura di: SpartanJack

Lascia un commento