Guida Galattica : Sistema Castra

Guida Galattica : Sistema Castra

Sistema Castra

 

La storia del sistema Castra è lo specchio dei rapporti tra Umani e Xi’an. Scoperto nel 2544, solo quattordici anni dopo  il nostro primo incontro con gli Xi’An, Castra fu terraformato per scopi militari. Quando le tensioni militari iniziarono a scemare, questo si riflesse anche nella presenza militare nel sistema. Oggi Castra è principalmente un polo di addestramento, benchè alcune aree siano comunque rimaste sotto controllo militare ed operative.

Castra è un semplice sistema contenente solo due pianeti in orbita attorno ad una meravigliosa stella blue e bianca. Venne scoperto durante operazioni esplorative militari lungo la Linea Perry per punti di salto sconosciuti. Dopo la prima iniziale esplorazione, i primi rapporti marcarono il sistema come “insignificante” da un punto di vista astronomico, tuttavia  l’alto comando militare ne riconobbe immediatamente le potenzialità strategiche come punto di controllo in previsione di un possibile conflitto con gli Xi’An. Il sistema prende il nome dall’antico termine Romano per territorio utilizzato come posizione difensiva e la terraformazione del secondo pianeta cominciò immediatamente.

Decenni dopo , quando fu scoperto un punto di salto all’interno del sistema che portava direttamente in territorio Xi’An, Il sistema divenne la prima frontiera del conflitto. Fondi del governo iniziarono ad inondare il sistema per migliorarne le fortificazioni difensive e le infrastrutture militari, trasformandolo velocemente da una semplice postazione di sosta al punto centrale nell’ intera guerra fredda con l’impero Xi’an. Una grande piattaforma orbitale venne costruita come supporto alle navi capitali ed i bombardieri a lungo raggio pronti in ogni momento ad attaccare lo spazio nemico qualora fosse mai giunto l’ordine.

 

Con la Caduta del regime di Messer, l’ Impero tentò di ridurre le tensioni con gli Xi’an. Nel 2789, in segno di buona fede , la UEE ridusse la presenza militare e per la prima volta dopo secoli di stretto controllo permisero  a personale civile di potersi stabilire nel sistema. La decisione fu, e rimane ancora per alcuni molto controversa. Una minoranza di falchi militari e di elite politiche credono che il sistema serva meglio l’impero come avamposto esclusivamente militare.

Dopo la conversione di Castra, esplose il commercio grazie alle eccezionali infrastrutture del sistema e l’ accessibilità dei prezzi. Oggigiorno Castra è la destinazione principale per cargotrasporti per lo scarico di materiali grezzi ed il carico di manufatti. Recentemente , il governo di Castra ha iniziato a promuovere il turismo nel sistema in un tentativo di diversificazione dell’industria.

Castra I

Il primo pianeta di Castra è privo di atmosfera o di qualsiasi materiale primario di qualche valore. Tuttavia gli umani considerarono Castra I ottimo per uno scopo … quello per test militari balistici. Denominato come l’ “Occhio di Bue” dalla marina UEE, questo mondo desolato venne usato per bombardamenti per tutta la guerra fredda. Oggi probabilmente il modo in cui la stella del sistema riflette la superfice butterata del pianeta è l’unica cosa interessante di quest’ultimo.

Castra II (Cascom)

Solo Castra II è adatto alla vita Le forze armate UEE designarono il pianeta come Castra Comando abbreviato come Cascom — Un nome non ufficiale che è rimasto, più che altro in sprezzo ad alcuni politici . I militari terraformarono il pianeta più velocemente possibile edalcuni scienziati affermano che tale processo fu troppo veloce e che questo sia la causa della massiccia coltre nuvolosa del pianeta .

I militari vollero costruire una ideale postazione militare, quindi gettarono le fondamenta sulle pendici del monte Ulysses nel costruire la città di Sherman, rendendola in tal modo eccezionalmente sicura ed al tempo stesso estremamente bella. Questa città fortezza, situata sopra le nuvole , si guadagnò presto il nome di “Isola nel cielo” tanto che dopo aver visto Sherman per la prima volta, l’Ammiraglio Kumasi Klein disse ” E’ la città dei miei sogni , pittoresca e protetta da enormi cannoni”.

Dato che Sherman fu sotto governo militare per secoli , ne riflette ancora oggi l’architettura spartana e militare. L’edificio più antico della città riflette l’austera architettura in Stile Ennovista ( Hennowism ) che era in voga ai tempi dell’imperatore Messer III, l’orizzonte di Sherman ne riflette lo stile. Oggi l’architettura storica rimane una delle principali ragioni per visitare la città.

Dal momento in cui i militari aprirono il sistema per cittadini e civili , Sherman ha cercato di definire la propria identità culturale. Per secoli vivere su Castra II è stato un obbligo e non una scelta. Persone da ogni parte dell’impero hanno speso il loro  tempo in tale città, ma solo poche vi hanno messo radici. Quando il sistema fu aperto, l’industria ne divenne il principale nuovo residente.  Benchè compagnie come la Kruger Intergalactic iniettarono nuova linfa vitale nel pianeta, non fecero molto per dare una identità al luogo per distinguerlo dalla masse degli innumerevoli altri mondi Imperiali.

Tutto questo cambiò nel 2833 quando sul pianeta venne eletto Andre Novoselov come presidente. Costui iniziò presto a lavorare a streetto contatto con la comunità affaristica dei residenti di Sherman. Per anni il commercio faticava a decollare non trovando suffficenti impiegati per riempire le posizioni di rilievo. Insieme a questa nuova alleanza Novoselov lanciò una campagna promozionale pro Sherman sul pianeta ed oltre nei confini imperiali. Una di queste campagne riesumò il nome di “Isola del cielo” utilizzando una immagine iconica della città sopra le nuovle lontano dall’inquinamento sottostante. Per la prima volta l’impero vedeva Sherman come qualcosa di più che un Avamposto militare od un parco industriale.

Fu la speranza del presidente Novoselov a far guadagnare a Castra II una migliore immagine, sfortunatamente la sua transizione da presidente a governatore planetario non passò ed il pianeta deve ancora guadagnare il suo seggio senatoriale.

Gli sforzi del presidente Novoselov per popolare il pianeta funzionarono. Con l’arrivo di nuovo personale l’industria locale iniziò a crescere. Sherman divenne un crogiolo di negozi ad alta tecnologia , ristoranti ed hotel riempiti di lavoratori della classe media e colletti blu. In molte zone della città , persone con completi alla moda ed altre con stivali  in grafene cenano , vivono e prosperano nelle stesse parti della città.

Recentemente , gli affitti bassi e le viste mozzafiato di Casom hanno attirato molti residenti in cerca di un di ritiro. Nel tentativo di attrarre un pubblico più giovanile , Sherman ha promosso le sue cime mntuose come località per sport estremi. Per un tempo il parapendio tra le nuvole fu molto popolare e numerosi amanti di questo sport iniziarono ad atterrare in zone militari, il che portò ad un bando di tal pratiche dalla città. Anche se il parapendio è stato proibito attorno al monte Ulysses, c’è molto altro da visitare per chiunque voglia avventurarsi su Castra II .

“Il conflitto con gli Xi’An, quando arriverà — badate che ho detto quando , e non sè— sarà ultimamente determinato dalla nostra forza in un solo sistema , Castra. Per tale ragione imploro voi tutti di approvare lo stanziamento dei fondi necessari velocemente .” – estratto da un discorso all’Alto Comando dell’Ammiraglio Connelly Reeves, 2716

La forza delle linee difensive e l’implacabile audacia di edifici che si staglino contro l’orizzonte proiettati nel firmamento non lasciano dubbio alcuno sulla volontà stessa di chi li ha forgiati ne lascia adito a dispute sul fatto che Sherman incarni lo spirito di un’era che ha aiutato a essa stessa a definire”  – Reggie Chapolt, mattone dopo mattone : La verità nell’ Ennovismo.

 

Traduzione a cura di Prometheus

Lascia un commento