Guida Galattica: Sistema TerraNova

Guida Galattica: Sistema TerraNova

TerraNova, gioiello splendente dell’Impero Unito della Terra! TerraNova III, comunemente riferito al nome della sua stella, ha fatto grandi passi avanti per diventare il centro culturale dell’Impero. Mentre gli ostinati ancora fedeli alla Terra contestano questa affermazione, non c’è alcun dubbio sul fatto che TerraNova sia uno dei sistemi chiave della galassia civilizzata. Dal continuo ingresso di sempre più megacorporazioni all’influenza della musica nata su TerraNova sulla cultura popolare, TerraNova è senza ombra di dubbio la cosa più simile ad una rivale della Terra mai prodotta.

Storia

Il sistema TerraNova, poi indicato come 342A, fu mappato nel 2508 e esplorato come parte di una spedizione di ricerca di 5 sistemi nel 2516. Quando furono processate le prime immagini trasmesse del terzo pianeta, la ciurma di esploratori capi subito di aver scoperto qualcosa di importante. Una superTerra naturale localizzata direttamente nella banda verde della sua stella, TerraNova III fu immediatamente riconosciuta per la sua sbalorditiva somiglianza ad una Terra incontaminata. Lussureggiante, florida e traboccante di risorse naturali, la colonizzazione di TerraNova fu inevitabile. Entro 2 anni non meno di 7 navi coloniali atterrarono sul pianeta.

Astrofisici presto iniziarono ad esporre le loro opinioni su questa sorprendente scoperta: L’unicità della posizione del sistema TerraNova permettevano che diventasse un centro fondamentale per i punti di salto. Come Sol, Nova è una stella di tipo G. Diversamente da Sol, il suo sistema planetario più esterno non si è mai formato. Senza la diffusione di massa da parte di giganti gassose e con la posizione della stella nel bel mezzo di un denso ammasso stellare si formarono facilmente punti di salto estremamente stabili. Finora, 5 punti di salto sono stati individuati e gli scienziati credono che la presenza di un sesto sia quasi certa. (Teoricamente, potrebbero esisterne fino a 24, tuttavia le probabilità che non siano abbastanza stabili per il transito sono astronomiche). Anche gli Exobiologi inizialmente ebbero un interesse per il sistema: Gigantesche rovine di roccia scoperte nella massa continetale a Sud del pianeta TerraNova III indicavano chiaramente la presenza di vita intelligente. Nessun altro segno di questa antica civiltà fu trovato, creando uno dei più dibattuti misteri dell’archeologia dei nostri tempi.

TerraNova III è stato il dodicesimo pianeta colonizzato dalla UEE. In 4 secoli,  grazie alla sua rete di salto e località, si è voluto in un fondamentale centro commerciale. L’abbondanza di risorse del mondo, coltivate con cura per non andare a danneggiare l’ambiente, hanno rifornito il programma di espansione orientale dell’Impero.

Aero (TerraNova I)

Un mondo roccioso non descrivibile incredibilmente vicino alla sua stella. Anche se ricco di certi minerali, tentativi di estrarre risorse da Aero sono stati altamente deludenti a causa della sua vicinanza al sole. Anche le più resistenti tute ambientali sono inutili per rendere sostenibile la vita umana abbastanza a lungo da condurre operazioni di manutenzione su un pianeta con un periodo orbitale 95 volte quello della terra.

Pike (TerraNova II)

Gli sforzi per l’estrazione mineraria su Pike invece sono un capolavoro di Ingegneria Umana. Uno dei pianeti più ricchi di minerali della galassia, Pike è punteggiato da migliaia di “città” robotiche disabitate che raffinano tonnellate di platino, mercurio, ferro e oro ogni giorno. Con 3 volte il periodo orbitale di Aero,  Pike non consente la vita umana per una durata estesa. Comunque, l’assenza di tempeste atmosferiche o di altri eventi naturali permettono l’operatività di macchinari robotici completamente mobili che lavorano con la massima efficienza e rimangono offline per periodi molto brevi. Le miniere e le raffinerie su Pike sono state essenziali per l’espansione di TerraNova e permettono TerraNova (III) stessa di rimanere incontaminata.

TerraNova (TerraNova III)

La capitale è Prime, una bellissima megacittà marina costruita sulle fondamenta delle prime due navi colonia originali. Un aspro contrasto alle metropolitane della Terra, qualunque cosa su prime fu pianificata dai colonizzatori originali, portando ad un bilanciamento tra natura e civilizzazione non trovabile in nessun altro luogo dell’Impero. A differenza di molte altre città, la zona di atterraggio primaria di Prime si trova lontano dalla città per ridurre l’inquinamento e la congestione dell’aria. Una monorotaia conduce i piloti verso e da i loro hangar. Non farti ingannare dall’atmosfera rilassata però: Prime ha tutto quello che hanno New York o Mosca, dai negozi per il potenziamento delle astronavi ad opportunità sul mercato nero. La città stessa si divide in due regioni principali: Lo sfavillante centro e la zona residenziale più povera chiamata “Il Blocco”. Opportunità per i visitatori sono presenti in entrambi le porzioni della città.

La seconda città più grande di TerraNova è Quasi, nel freddo emisfero Sud. Quasi è costruita all’ombra delle enormi rovine scoperte durante l’esplorazione. Quasi è considerata sopratutto come una destinazione turistica, nonostante diverse corporazioni operano nella regione. La Crusader Industries, meglio conosciuta per le sue industrie nel sistema Stanton, gestisce gli stabilimenti di scarico del platino.

New Austin, un altro punto della prima colonizzazione, è la città su TerraNova che più si avvicina ad un centro industriale. New Austin è un parco degli affari infatti ospita corporazioni come la Origin Jumpworks e Cronus Devices. Il costo della vita a New Austin è più basso che nelle altre città, infatti ha una sensibilità “operaia”. Il centro della città è “The Old Hall”, un posto che in precedenza veniva utilizzato come luogo di incontro delle gilde minerarie ora popolato da proprietari di fabbriche, piloti, trasportatori e spedizionieri.

Gen (Terra IV)

Spesso si trascura il fatto che il mondo gemello di TerraNova, Gen, è anche un mondo abitato. Questo piccolo planetoide, il più esterno del sistema, fu terraformato approssimativamente un secolo dopo il primo insediamento su TerraNova e ora è casa delle divisioni diplomatiche e militari del governo del sistema.

Costituito principalmente da basi miltiari, amministrazioni imperiali e abitazioni, questo mondo rappresenta un cosciente sforzo da parte dei pianificatori del sistema nel voler separare il mondo degli affari da quello del divertimento. E’ in corso un dibattito sulla rappresentazione di Gen nel Senato. Nonostante il pianeta sia ben popolato, gli abitanti sono quasi esclusivamente lavoratori governativi. Ad oggi, la Terra ha annullato qualsiasi loro tentativo di ottenere una rappresentazione, visto come un velato piano per estendere l’influenza di TerraNova.

Articolo Originale

Traduzione a cura di: Giuzzilla

Lascia un commento