Guida Galattica: Sistema Tyrol

Guida Galattica: Sistema Tyrol

Un sistema sull’orlo del collasso, il sistema Tyrol è costituito da 7 pianeti che orbitano intorno ad una gigante rossa in fase molto avanzata. Anche se le stime sono difficili da fare in una scala molto più piccola dei tempi geologici, gli scienziati prevedono che la stella potrebbe espandersi e diventare una supernova in ogni momento nelle prossime migliaia di anni. Con il fattore rischio così difficilmente calcolabile, la UEE, nella speranza di evitare possibili incidenti ha designato Tyrol come una zona di ricerca scientifica. Questo significa che nessuno può possedere proprietà nel sistema e ogni struttura orbitale necessita l’approvazione del governo. Alcune entità, da istituzioni educative no-profit fino a produttori di armi di alto livello, hanno investito in spedizioni per Tyrol con obiettivo lo studio del progresso della stella insieme ad altri esperimenti che potrebbero essere rischiosi da effettuare in sistemi più popolosi.

E’ però emerso, un altro motivo per eventuali spedizioni a Tyrol che va ben oltre le ragioni scientifiche. Quasi completa assenza di ogni giurisdizione e le forze della marina UEE mantenute ai livelli minimi, molti transitano su questo sistema per sfuggire all’occhio attento della legge. Tyrol è diventanto nella cultura popolare sinonimo di regione selvaggia, completamente abbandonata. Fuorilegge e banditi che hanno deciso di popolare i due insediamenti non ufficiali del sistema sono spesso visti come figure romantiche, umani che hanno fatto la scelta di vivere liberi senza paura della morte. La realtà è che la maggior parte degli abitanti di Tyrol hanno fatto questa scelta poichè non potevano fare altrimenti, disperati non avendo nessun altro posto dove andare.

Pianeti più interni

Il primo pianeta nel sistema Tyrol è una specie di guscio carbonizzato che viene lentamente sublimato dalla gigante rossa. Una serie di stazioni di ricerca collegate sono state costruite sulla luna più grande del pianeta nel 2930, parte di una proposta di ricerca per studiare una stella morente da vicino. Il consorzio che opera nella base è stato in grado di fare ciò per appena un decennio; i fondi furono tagliati nel 2941 e lo stabilimento fu velocemente preso da una piccola comunità di contrabbandieri composta da occupanti abusivi e malcontento. Conosciuta oggi come Front Row (“Prima Fila”, ndr) , la popolazione di questa luna ha un appropriato senso di umorismo nero relativo al fatto che saranno i primi a provare l’esperienza di quando Tyrol diventerà una supernova.

A differenza di Haven (rifugio, ndr), un altro improbabile insediamento su Tyrol V, gli abitanti di Front Row difficilmente sono permanenti. Se state cercando beni illegali e non volete rischiare un possibile intervento della polizia, i negozianti e riparatori su Front Row sono la scelta migliore. E’ diventato un luogo per incontrare chiunque da spacciatori di narcotici fino a sicari senza scrupoli, entrambi che passano di qui solo per il tempo necessario per vendere i loro prodotti o servizi. Tieni solo a mente che se vuoi programmare una lunga sosta potresti trovarti il sistema obliterato senza preavviso!

Il secondo e terzo pianeta nel sistema sono meno degni di nota. Gli scienziati pensano che Tyrol II un tempo fosse una super-Terra; oggi è un immobile nucleo di ferro lambito dalle fiamme. Tyrol III, anche se ricco di minerali, è anch’esso un pianeta morto. Ci sono dei dibattiti ancora in corso sul fatto se il pianeta fu distrutto dall’evoluzione della stella o se invece non si sia mai formato. A parte per le spedizioni scientifiche che studiano la superficie, non c’è alcun motivo valido per tentare un atterraggio su Tyron III.

Sistema medio

In epoche distanti, Tyrol aveva una fascia verde che conteneva sia il campo di asteroidi del sistema sia un quarto pianeta. Il campo di asteroidi, particolarmente denso, sarebbe diventato un pianeta col passare del tempo, e continua tutt’ora a fornire grandi quantità di preziosi minerali ai minatori che possiedono le risorse per portare il loro equipaggiamento qui e non hanno paura di operare in un sistema senza legge. Tyrol IV, che probabilmente era un gigante gassoso ha perso completamente la sua atmosfera, inizialmente era una fonte di pietre preziose generate dalla pressione gassosa; ad oggi, queste risorse preziose sono molto più difficili da trovare..

Tyrol V (Haven)

Un candidato per il pianeta più interessante del sistema Tyrol è probabilmente il quinto. La casa di Haven, Tyrol V è interessante per una semplice ragione – per il fatto che abbia abitanti locali. In passato una palla di ghiaccio, la superficie di Haven si è sciolta a causa dell’evoluzione della stella verso una gigante rossa. Quello che ne rimane è una roccia desolata, serpentata da voragini in superficie e enormi caverne sotterranee generate nei millenni sotto il ghiaccio.

E’ qui, sotto il calore oppressivo della superficie, che una peculiare miscela di occupanti, fuorilegge e nichilisti si sono insediati. Nella cultura poplare, Haven è considerata l’ultima possibilità per gli “irredimibili”: una casa per quelli che non possono più fare strada in un universo civilizzato e che non vogliono più. La costante minaccia della supernova è profondamente radicata nella cultura del pianeta, ma è ormai vista come una parte della loro vita. Nessuna risorsa viene investita per trasporti di evacuazione o per sistemi di allerta; se hai scelto di vivere tra i rinnegati su Haven, hai fatto pace con un mondo capace di spegnere la tua vita in ogni istante.

I visitatori sono avvisati di non lasciare Haven senza scudi termici. Un individuo non protetto può sopravvivere pochi istanti all’esposizione solare sulla superficie del pianeta.

Pianeti esterni

Il sesto pianeta su Tyrol è un tipico gigante gassoso di stile Jovian. Una turbolenta massa di idrogeno e elio colorato, Tyrol VI è stato poco influenzato dal declino della stella. Il pianeta viene frequentemente utilizzato da coloro abbastanza ingenui da attraversare il sistema sebbene non ci siano delle vere e proprie raffinerie. Scienziati indipendenti hanno camufatto un anello di trasmissione olografica all’interno di un asteroide su uno dei punti di Lagrage del pianeta, con l’obiettivo di registarre quello che probabilmente sarà un impressionante show di luci quando la supernova brucierà l’atmosfera (la comunità astrofisica è divisa se questo accadrà o no). La speranza è che il drone delle comunicazioni riesca a raggiungere il punto di salto prima che il sistema bruci.

Il pianeta finale di Tyrol è un piccolo protopianeta il cui stato formale è caldamente dibattuto tra quelli a cui importa qualcosa. Che “Seven” sia tecnicamente un pianeta o no, ci si aspetta che rimanga l’unico pianeta che non avrà conseguenze immediate quando la stella diventerà una supernova. Alcune università hanno proposto di convertire questo planetoide in una permanente base dove il processo potrà essere osservato in sicurezza, acnhe se nessuno ancora ha fornito i fondi richiesti per una tale iniziativa.

Articolo Originale

Traduzione a cura di: Giuzzilla

Lascia un commento