Guida Galattica – Sistema Nyx

Guida Galattica – Sistema Nyx

https://robertsspaceindustries.com/media/1x00ov71c03hqr/source/Nyx-2.jpg

Guida Galattica : Nyx

Il Sistema Nyx fu scoperto nel 2582 durante l’apice espansionistico del neo formato Impero Unito della Terra.  Il sistema consiste di tre pianeti non particolarmente interessanti che orbitano attorno ad una stella di tipo F della sequenza principale . Astronomicamente l’aspetto di interesse particolare di Nyx è la sua prossimità ad una nebulosa oscura , che avvolge l’orbita dei tre mondi. I gas di questa limitano pesantemente la visibilità el’azione degli scansionatori. Una sorta di difesa cui fanno affidamento i pochi abitanti di Nyx

Il sistema fu per la prima volta mappato durante un Salto dal sistema Stanton da parte della navisaltatrice solitaria Carla Larry. La rivendicazione ufficiale di Carla non ne da una descrizione significativa , limitandosi a scrivere che  “Il sistema è privo di depositi minerali di qualche interesse o di motivazioni logiche per applicare una possibile terraformazione.”

La Larry non fece alcun tentativo formale di nominare i tre mondi della stella Lou, Morgan and Ashley, apparentemente dei riferimenti a probabili sue conquiste romantiche . Secondo la tipica politica della UEE , il governo non riconobbe tali nomi e non vennero mai diffusamente utilizzati.  Che l’intrepida esploratrice riuscì o meno ad impressionare i suoi amanti con tali riventicazioni è purtroppo perso nella storia .

Negli ultimi due secoli , Nyx ha assunto una utilità di rilievo come punto di passaggio tra i sistemi di Castra e Stanton con un significativo flusso di valori . Una certa attività di pirateria non è insolita, coadiuvata dalla nebula del sistema. I viaggiatori sono avvertiti di non allontanarsi dalle tratte astrali consigliate durante l’attraversamento del sistema .

Nyx I

Il primo pianeta nel sistema Nyx system è un mondo senza nucleo tormentato dal calore che fu tempo fa definito privo di significative risorse minerarie. Subito dopo la sua scoperta tuttavia, una analisi di routine rilevò la presenza di minerali di alto interesse sotto la sua superfice. Una volta diffusasi la notizia , il pianete divenne in breve la meta della compagnia mineraria  Gold Horizon , la qualce con un appalto finanziato dai militari , nel giro di cinquant’ anni, privò il pianeta  completamente di ogni risorsa inviando i materiali preziosi verso Kilian per finanziare i crescenti sforzi bellici dell’Impero. A partire dal 2630, Nyx I divenne permanentemente inutile e rimangono poche tracce della precedente presenza umana.

Nyx II

Un nebbioso , desolato mondo ,  Nyx II venne un tempo considerato per una possibile ipotesi di terraformazione. Una densa coltre di nebbie acide e diossido di carbonio avvolgono il pianeta trovandosi inoltre ai bordi della fascia verde abitabile del sistema. Ciononostante , venne condotta una seria ricerca per decidere se o meno sarebbe potuto divenire abitabile. Il responso finale fu che avrebbe potuto ma che sarebbero state necessarie sforzi generazionali per un basso tornaconto a parte dal creare una base ben nascosta dai gas della nebulosa. Effettuare delle EVA (attività extra veicolari ) sulla superfice del pianeta stesso è letale, anche se gli exploratori fossero pretetti da mute anti corrosione , verrebbero inabilitati dall’alta pressione atmosferica .

Asteroidi & Delamar

Una densa cintura asteroidale circonda la stella di Nyx a circa otto unità astronomiche di distanza. Il campo di asteoridi non presenta giacimenti minerari di rilievo, ma associato alla nebulosa rappresenta un ottimo nascondiglio. Un numero imprecisato di insediamenti sono stati stabiliti su asteroidi nella zona , tutti questi devono importare beni di sussistenza dai sistemi esterni ( la sola opportunità commerciale rimanente in Nyx). Queste piccole basi asteroidali, non presenti sulle mappe, sono spesso la base di una miriade di coloni emarginati in cerca di una vita fuori dai confini ed il controllo della UEE per operare al di fuori della legge. Si crede che ci siano delle grandi basi di pirati per razziare il sistema, tipicamente sulle linee di passaggio Oltre Stanton.

La più importante tra queste basi è sicuramente Delamar, il più grande degli asteroidi. Le sue dimensioni sono pari a quelle di un planetoide ed è locato nel profondo della cintura di Nyx. L’insediamento venne fondato da liberi pensatori durante l’era di Messer e rimane una meta per esponenti politici radicali o avversori dell’Impero anche ai giorni nostri. Essendosi sparsa la fama di Nyx come un buon  posto dove nascondersi, un gran numero di criminali vi si è anche stabilito, il risultato è un conflitto costante tra gruppi criminali e politici radicali che credono che le attività illegali minaccino il loro messaggio politico.

Delamar può essere visitata da chiunque passi per il sistema , tuttavia vi aleggia una persistente paranoia . Ognuno coinvolto nella gestione della stazione sembra costantemente preoccupato per possibili incursioni di polizia . La verità è che l’insediamento è talmente ben nascosto e difficile da raggiungere che la UEE non ha mai seriamente considerato l’ipotesi di inviare risorse militari per eliminarlo. ( senza menzionare il fatto che i dissidenti rimangono spesso poco armati e non rappresentano una minaccia limitandosi semplicemente ad organizzare proteste per il semplice motivo di voler protestare per qualcosa.)

Nyx III

L’ultimo pianeta nel sistema Nyx , si trova lontano dalla luce della stella , ed è un gigante di ghiaccio. Una immensa palla di acqua gelida e vapori di ammoniaca . Nyx III non rappresenta ne un candidato per la terraformazione , ne contiene minerali di qualche vaolore estrattivo. Il pianeta non ha inoltre alcuna atmosfera respirabile . Benchè una nave con un sistema di sussistenza permetterebbe di vivere sulla sua superfice per un certo periodo di tempo , non ci sono ragioni particolari per volervisi cimentare . Le EVA sarebbero impossibili e le riparazioni esterne sarebbero più semplici nel vuoto spaziale.

 Traduzione a cura di Prometheus

Lascia un commento