Qualcosa ogni martedì – Intervista a Gabrielle Gracián

Qualcosa ogni martedì – Intervista a Gabrielle Gracián

[ Musica ]

Annunciatore: Bentornati a ‘Qualcosa Ogni Martedì’, con Esen Landari! In collaborazione con: “Kel-To, accorceremo i tuoi viaggi interstellari” e “RSI, Industrie Spaziali Roberts: i vostri compagni tra le stelle dal 2075”. A te la parola, Esen!

[Applausi]

Ci colleghiamo ora con la nostra solare annunciatrice Christine. Non è uno splendore?

[Applausi]

L’ultima ospite della serata è momentaneamente impiegata in un testa a testa con Suj Kossi per decidere chi sarà il futuro Senatore di Elysium IV. Facciamo un caloroso applauso di benvenuto a Gabrielle Gracián!

[Applausi]

Grazie per essere qui con noi, Consigliera Gracián.

È un piacere averla ospite del nostro programma

Gabrielle Gracián: Grazie, è un piacere essere qui con voi. E per favore, chiamami Gabby.

Siamo già arrivati a darci del ‘tu’? Questo è quello che io chiamo prendere l’iniziativa. Sei sicura di avere il temperamento giusto per affrontare il Senato? L’ultima volta che havevo controllato, da quelle parti procedeva tutto più lentanemente di un controllo doganale su Corel.

[Risatina educata]

Gabrielle Gracián: In effetti Esen, è proprio questo uno dei motivi per cui mi sono candidata. Il Senato dovrebbe essere un organo deliberativo, non disfunzionale. A differenza dei miei avversari, ho più di un decennio di esperienza di lavoro presso uffici pubblici, dove il nostro pane quotidiano era cercare di superare gli ingorghi burocratici e passare le legislazioni necessarie ad aiutare la gente di Jalan.

Benissimo! Io purtroppo non ho mai vissuto sul vostro pianeta, e credo che la stesso cosa valga anche per la maggior parte del mio pubblico. Anzi, ne sono sicura, dato che ho sbirciato poco fa nel registro dei nostri ascolti. No mi dilungherò al riguardo, ti basta sapere soltanto che tra i nostri seguaci troverebbe per lo più abitano delle baraccopoli galattiche…

[ Risata ]

Gabby, la tua campagna elettorale sta riscuotendo da mesi una forte attenzione nei quattro angoli dell’Impero. Hai avviato una brillante carriera politica, hai servito il Governo Conciliare di Jalan e molto altro ancora. La tua campagna elettorale sta risentendo di tutta questa attenzione?

Gabrielle Gracián: è una continua lotta per cui devo essere sempre pronta ad adattarmi a nuove situazioni che mi si presentano davanti. Come quella di incontrare per caso Marcus Shaar dietro le quinte dei vostri studi; devo dire che i video non gli rendono giustizia, è ancora più bello di persona.

[Applausi, fischi]

Non trovi? Sono convinta al 99% che sia stato creato in laboratorio su richiesta del nostro direttivo.

Gabrielle Gracián: Potrebbe darsi. Mi ha rivelato che lo scorso anno aveva girato un video nella mia città natale, Gemma, e di esservisi trovato molto bene. Quindi non solo è bello, ma ha anche buon gusto.

Ah, quindi mi pare di capire che dietro alla tua decisione di entrare nella corsa per il Senato si celasse in realtà la precisa volontà di incrociare i vari sex simbol sparsi in giro per le redazioni galattiche? In effetti, ora che ci penso, mi pare una decisione più che sensata.

[ Risata ]

Gabrielle Gracián: Oddio, questo è solo di uno dei motivi. Ad essere sincera mi sono candidata principalmente perché voglio aiutare le persone. Negli ultimi dieci anni sono andata a lavorare ogni giorno per servire Jalan. Grazie agli accordi commerciali stipulati ho contribuito a creare nuovi posti di lavoro e ho eradicato le inefficienze burocratiche che stavano strangolando le piccole aziende locali. Il mio motto è sempre stato “non cercare di rendere più grande il governo ma rendilo migliore” e non vedo l’ora di poter mettere in pratica questo principio su larga scala a livello Imperiale.

La settimana scorsa abbiamo ospitato il tuo principale avversario, Suj Kossi, che in caso di elezione diventerebbe il primo Senatore Tevarin. L’ultimo sondaggio predice un testa a testa tra voi due. Con le elezioni del 3 maggio alle porte, sapresti spiegaci cosa farà di te una Senatore migliore rispetto a Kossi?

Gabrielle Gracián: In primo luogo non si tratta di una gara tra noi due. Dobbiamo considerare anche con il terzo candidato, Marigold.

Sì, ma cerchiamo di essere realiste. Queste elezioni stanno riscuotendo una forte attenzione in tutto l’Impero in primis proprio per la candidatura di Kossi. Solo pochi anni fa nessuno avrebbe immaginato possibile un Senatore Tevarin. Oggi invece sei proprio tu colei che si potrebbe interporre tra Suj ed una storica elezione di un Tavarin al Senato. Come ti senti in questa veste?

Gabrielle Gracián: Penso che ogni volta che il pubblico prende interesse dell’attività politica dell’Impero, si tratti di che sia una cosa positiva e di una vittoria per il processo democratico.

L’elezione di un nuovo Senatore è sempre un fatto storico importante, per cui il 3 maggio sarà una giornata memorabile a prescindere dal risultato o dal vincitore. Persino tu dovrai ammettere che in questo caso c’è in gioco molto di più rispetto alle precedenti gare Senatoriali, almeno per quel che concerne il lato storico. Questo cosa dovrà pur influenzare in qualche modo la tua campagna elettorale.

Gabrielle Gracián: Sarò completamente sincera con te; alla fine della giornata qui non si tratta di una gara di identità, ma di idee. E sono sicura che le mie rispecchiano il miglior interesse per i cittadini di Jalan. Sono concentrata esclusivamente su questo fatto, per cui sono fiduciosa di poter vincere il duello.

Devo ammettere che è una cosa insolita per noi ospitare in questa trasmissione un candidato per il Senato. In particolare ne erano poco entusiasti i miei produttori perché timorosi che ti facessi un sacco di domande inappropriate del tipo: “posso averne uno con formaggio extra?” oppure … “Anche tu senti quell’odore strano?” Non esattamente materiale da prima serata insomma….

Gabrielle Gracián: Nessun problema, sono stata preparata al peggio dal mio capo di gabinetto il quale mi ha anche fatto una testa così prima di questa intervista.

Ora, una delle critiche che avete dovuto affrontare durante la campagna elettorale riguardava il fatto che siete ‘troppo preparati nelle vostre risposte’.

Gabrielle Gracián: non sapevo che essere competenti fosse considerato uno svantaggio politico.

Vedi, anche questa è stata una grande risposta. E alcuni direbbero che ti è venuta un po’ troppo bene. Se mi concedi di giocare con te per un attimo, vorrei provare a farti uscire fuori dei comuni schemi.

Gabrielle Gracián: Sembra divertente. Di cosa si tratta?

Ovviamente del gioco preferito dai nostri telespettatori; “La Centrifuga”!

[Applausi]

Davanti a noi abbiamo una ruota gigante contenente vari argomenti. Alcuni sono seri, come la politica commerciale, mentre altri sono un po’ più ‘goliardici’. Gireremo a turno la ruota, e la nostra presentatrice Christine ci farà una domanda relativa alla categoria che salterà fuori. Il concorrente avrà la possibilità di rispondere alla domanda o passare. In tal caso dovrà rivelare al nostro pubblico l’ultima parola digitata nel proprio motore di ricerca mobiGlas. Sei pronta?

Gabrielle Gracián: Certo, facciamolo!

[Applausi]

Inizio io…

[Suono della ruota che gira]

…..e la mia prima domanda riguarda la categoria….. ‘Vanduul’.

Annunciatore: Oltre all’annuncio dell’entrata in servizio della Retribution, cos’altro faresti per assicurare la vittoria dell’UEE contro il Vanduul?

Mi pare che questa domanda sarebbe stata pefetta per te Gabby! Dunque, cosa farei io, Esen Landari, per assicurarmi la vittoria contro i Vanduul? Che ne dite di farli guardare tutti i miei show? Sono certo che i ‘Duul’ rimarrebbero estasiati della mia irriverente comicità e del mio dirompente fascino.

[Applausi]

Tocca a te Gabby. Dai, falle fare un bel giro!

[Suono di ruota che gira]

E la tua prima categoria è … rullo di tamburi….. ‘diritti minerari!’ Dannazione, mi ero preparata proprio su questa domanda. La dura legge della ruota!

Annunciatore: Sei favorevole o contraria all’apertura di limitate concessioni minerarie su Jalan?

Gabrielle Gracián: Credo che la passata regolamentazione del governo abbia contribuito a soffocare l’industria mineraria di Jalan, e molte di queste restrizioni andrebbero modificate. Ora, concedo che si tratta di una questione delicata a causa dell’elevato numero di abitazioni Tevarin e siti archeologici sparsi su Jalan. Sono convinta che dobbiamo impegnarci maggiormente per trovare una soluzione che consenta di espandere l’attività aziendale planetaria con conseguente aumento dei posti di lavoro e maggiore indotto economico, senza però scordarci di preservare quei luoghi che contribuiscono a rendere Jalan un gioiello unico nel nostro Impero.

[Applausi]

Mamma mia che risposta da prima della classe Gabby! Non c’è proprio gusto a giocare con te. Ti avverto che il nostro pubblico si diverte solo quando riusciamo ad imbarazzare i nostri ospiti.

Gabrielle Gracián: Ho capito, ce la metterò tutta allora. O forse dovrei dire ‘ci metterò il minor impegno possibile’?

Va bene, visto che sei nuova da queste parti per questa volta ti salvi solo con un avvertimento. Tocca a me…

[Suono di ruota che gira]

‘Camera di compensazione’

Annunciatore: ti ritrovi intrappolato in una camera di compensazione assieme ai candidati  Suj Kossi e Sakae Marigold. Un guasto porta ad un iniziale depressurizzare della cabina, ma voi tre avete a disposizione solo solo due tute spaziali. Cosa fai?

Gabrielle Gracián: Sono proprio contenta di non dover rispondere io a questa domanda…

Direi che la risposta è ovvia. Mi metterei addosso entrambe le tute spaziali. Non si sa mai che una delle due risulti malfunzionante giusto?

[ Risata]

Dai Gabby, abbiamo tempo per un ultimo giro di ruota!

[Suono di ruota che gira]

… ‘Caffè o Tè.’

Annunciatore: Preferisci il caffè o il tè?

Gabrielle Gracián: Alle due preferisco una buona tazza di Raleb.

Releb? Cosa sarebbe?

Gabrielle Gracián: si tratta di una bevanda tradizionale Tevarin, estratto di una pianta originaria unicamente su Jalan. La puoi ordinare anche in alcuni bar specializzati su altri pianeti, ma ti assicuro che non sarebbe nemmeno lontanamente comparabile a quello nostrano. Per assaggiarlo ti toccherà quindi venire a trovarci su Jalan!

Certo che lo vengo a provare. Ma contiene alcol?

Gabrielle Gracián: Dipende dalla piega che ha preso la mia giornata.

[ Risata]

Voglio ringraziare Gabby per essersi sottoposta alla nostra tortura serale. Se volete saperne di più sul Consigliere Gracián, potete trovare una miriade di informazioni al suo riguardo nello Spettro. E per i residenti di Jalan, ricordatevi di andare a votare per il vostro futuro Senatore il prossimo 3 maggio!

Sono Esen Landari. Arrivederci al prossimo ‘Qualcosa Ogni Martedì’. Buona notte!

 

 

Articolo originale: https://robertsspaceindustries.com/comm-link/spectrum-dispatch/15288-Something-Every-Tuesday

 

Traduzione: Privateer Firefly

One thought on “Qualcosa ogni martedì – Intervista a Gabrielle Gracián

Lascia un commento