Sistema Bremen

Bremen si riconosce, giustamente, come “il più piccolo sistema solare con il più grande impatto sugli affari galattici”. Per solo più di 5 secoli, Bremen e il suo modesto pianeta Rytif sono stati sorprendentemente un elemento molto importante di qualunque cosa dalla guerra intergalattica al rovesciamento del regime di Messer; oggi, ha sorpreso ancora la galassia, diventando, inaspettatamente, un centro industriale per la produzione di astronavi ad alta tecnologia.

Una stella di tipo K nei dintorni più remoti della Nebulosa di Sharon, Bremen fu la prima visitata dall’esploratore leggendario, per i suoi profitti, Bao Yun nel 2441. L’equipaggio di Yun ha mappato i 4 mondi della stella, dichiarando l’unico pianeta nella zona verde adatta alla terraformazione come “insignificante” rivendendo rapidamente ogni suo diritto sul sistema alla UEE. Poco dopo il consiglio per l’espansione UNE ha marchiato Bremen per lo sviluppo e la terraformazione base di Rytif. Entro due secoli, il sistema era pronto per un lento influsso di coloni umani. Mentre la maggior parte dei coloni erano attratti da sistemi pericolosi e ricchi di risorse, Bremen era vista come un alternativa “sicura” da altri.

Successivamente, all’alba del 27° secolo, l’uomo si trovò ancora una volta a combattere contro gli alieni. Nel cuore della seconda guerra dei Tevarin, la divisione commerciale della UEE necessitava urgentemente di risorse per supportare le proprie truppe nel conflitto contro le armate Corath’Thal. Con i mondi principali concentrati nel produrre navi e armi, la UEE si è dovuta affidare alle colonie più lontane. Puntando a coinvolgere questi mondi negli sforzi per la guerra e per togliere qualche onere ai pianeti più vicini alla Terra già estremamente tassati, i pianificatori furono sorpresi di scoprire che l’ecosistema di Bremen II aveva una capacità unica di far crescere generi alimentari a lento decadimento.

In pochi mesi, Bremen stava distribuendo la maggior parte del cibo per le unità militari della UEE sul fronte. Il numero di abitanti salì alle stelle, con speculatori arrivati da ogni dove per comprare appezzamenti di terra, e molti dei ‘timidi’ colonizzatori originali si ritrovarono milionari qualche tempo dopo (incluso l’occupante Arcturus Koerner, il governatore del pianeta). Per 7 anni di guerra e per i conseguenti 2 decenni di pace, le fattorie di Bremen, le imprese di spedizione e di confezionamento divennero potenze economica senza eguali nell’industria.

Nel 2640, però, la popolazione del sistema era tornata a calare. La ricchezza dell’umanità era in continuo aumento, il nuovo e fortificato Impero ha implorato per tanto tempo più varietà rispetto al semplice sostentamento che poteva offrire Bremen. Il pianeta sembrò destinato a diventare una pattumiera storica, la sua parte nella famosa guerra niente di più di una annotazione. Fu grazie all ritorno alle origini di Bremen e al suo status modesto che lo portò al suo ruolo più importante fino a questo punto. Nel 2792, gli attivisti anti-Messer iniziarono ad utilizzare Bremen come centro operativo per organizzare il rovesciamento del regime. I rivoluzionari espatriati che era scappati precedentemente all’impero Xi’An furono costretti a lanciare la loro cospirazione a partire da Bremen.

L’esteso ruolo del sistema nel rovesciamento del regime rimase segreto alla popolazione fino a che il Senato non rilasciò le comunicazioni avvenute tra i membri della resistenza nel governo e i rivoluzionari sul pianeta. Fu questo fatto che portò al definitivo riconoscimento del pianeta solo 5 anni fa. (anche se alcuni speculano sul fatto che la scoperta precedente di minerali non identificabili di valore sotto la superficie sia la vera causa).

Ad oggi, Bremen è la casa di una industria aerospaziale in crescita portata avanti da Silas Koerner – un discendente di uno degli occupanti originali più ricchi del sistema – e del suo gruppo Consolidated Outland. Bremen è diventato il primo “mondo esterno” a produrre navi spaziali complete, con migliaia di Mustang che volano tra le catene di assemblaggio ogni giorno. Con una ricca storia e un’incredibile varietà di risorse naturali a portata di mano, Bremen sembra che abbia tutte le carte in regola per rimanere un centro importante nel moderno, impero post-Messer.

Bremen I

Il primo pianeta nel sistema di Bremen è stato descritto in sole 4 parole nel viaggio di Bao Yun: “una piccola roccia morta”. I secoli successivi non hanno aggiunto niente di importante alla storia di Bremen I, non c’è proliferazione di minerali o di altre risorse che rendano l’esplorazione del pianeta remunerativa. Questa roccia è diventata, comunque, qualcosa di leggendario tra gli esploratori moderni togliendo importanza a buona parte del resto del sistema: oggi è una tradizione puntare le ali a Bremen I quando è visibile per augurarsi buona fortuna per un lungo viaggio.

Bremen II (Rytif)

Granaio, forgia della rivoluzione e sede centrale dell’alta tecnologia: Bremen II, formalmente riconosciuto come Rytif, è il pianeta che ha ottenuto così tanti riconoscimenti. Rytif è attualmente casa dell’industria in continua crescita della Consolidated Outland, e la casa personale del suo eccentrico fondatore. La recente scoperta di depositi minerari sotto la superficie si è combinata con la lunga storia agricola del pianeta, Rytif è un raro “autosufficente” mondo terraformato che potrebbe teoricamente esistere senza nessun commercio interstellare. In realtà però, Rytif è tutto fuorché un pianeta isolato, con la popolarità della linea delle Mustang che ha attirato commerci da tutta la galassia.

Nonostante la lunga storia del pianeta e la sua recente popolarità, gli insediamenti a Rytif mantengono un accezione di una realtà modesta. I visitatori vengono indirizzati verso Stalfor, una città di medie dimensioni che si trova poco a nord dell’equatore. Stalfor è stata per molto tempo il centro principale dell’agricoltura del pianeta, con fattorie ad acqua e vivari commerciali tutti intorno alle sue colline. Una grande varietà di monumenti per turisti insieme al ruolo del pianeta nella caduta dei Messer  hanno reso lo stesso, negli ultimi 5 anni, una meta turistica di tutto rispetto.

Bremen III

Bremen III è un pianeta senza nucleo, localizzato molto fuori dalla banda verde del sistema, oltre qualsiasi speranza di terraformazione. Bremen III è stata la casa di una buona quantità di risorse minerarie, ma fu rapidamente ripulito per aiutare lo sviluppo di Bremen II (sia la terraformazione iniziale sia lo sviluppo conseguente la guerra). Ad oggi, ci sono pochi motivi per raggiungere Bremen III; anche se lo stesso è stato detto in passato per Rytif!

Bremen IV

Considerato dai locali (infondatamente) come il pianeta guardiano della stella per il suo ruolo nel tenere lontane le comete dai mondi limitrofi, Bremen IV è una enorme gigante di ghiaccio. Questa vorticosa massa di idrogeno e di altri gas è intervallata con campi variabili di ghiaccio, che lo rendono un paesaggio particolarmente bello. Sfortunatamente, operazioni di rifornimento a Bremen IV sono quasi impossibili, a causa della mancanza di zone con una decente visibilità. Non è improbabile trovare resti di Starfarer o Caterpillar che hanno tentato, tutte in orbita intorno al pianeta.

Articolo Originale

Traduzione a cura di: Giuzzilla

Lascia un commento