Verso l’ignoto: Una Carrack ed il suo Equipaggio

Verso l’ignoto: Una Carrack ed il suo Equipaggio

Vi presentiamo la nave esploratrice Anvil Carrack

Vai così: la Anvil Carrack è stata l’avanguardia di ogni singola spedizione realizzata recentemente dalla UEE. Grazie a dei serbatoi rinforzati per il volo a lungo raggio, un motore per il salto iperluce altamente tecnologico ed un computer centrale dedicato al calcolo delle cordinate del salto. Nata come un’esclusiva militare, la Carrack è ora adibita anche all’uso civile. Sulla nave sono presenti delle strutture mediche ed adatte alla riparazione, così come una vasta gamma di sensori per l’esplorazione capaci di riportarti facilmente a casa!

La vendita del prototipo si conclude l’8 Dicembre

La Carrack viene offerta per la prima volta come un prototipo ad edizione limitata. Questo significa che il progetto della nave soddisfa i requisiti richiesti, ma che la nave non è ancora pronta per esser visualizzata nel vostro hangar o per combattere nell’ Arena Commander.

La vendita comprende l’assicurazione a vita sullo scafo della nave e due elementi decorativi per il vostro Hangar. Una patch futura aggiungerà un poster della Carrack e poi una volta che il modello in-game sarà completo vi sarà anche dato un modellino in-game della Carrack. In futuro il prezzo della nave verrà aumentato e non includerà l’assicurazione a vita e questi extra.

Se vuoi aggiungerne una alla tua flotta, saranno disponibili fino a Lunedì 8 Dicembre. Si può inoltre visualizzare i dettagli della Carrack nel visualizzatore olografico delle specifiche tecniche sulla pagina della nave!

Ricorda: stiamo offrendo queste navi per aiutare a finanziare lo sviluppo di Star Citizen rispondendo alle esigenze dei giocatori. Tutte queste navi saranno acquistabili nel gioco finito tramite i crediti del gioco stesso, e non sono necessarie per iniziare una partita. L’obiettivo di questa mossa sono di rendere l’esperienza dei giocatori diversificata già al lancio dell’universo persistente. Ogni vendita ci aiuta a rendere il progetto di Star Citizen migliore, ma nessun acquisto è necessario per godersi meglio l’esperienza di gioco.

 

Link per l’acquisto della nave Carrack:

https://robertsspaceindustries.com/pledge/Standalone-Ships/Anvil-Carrack-LTI

 

Equipaggiamento aggiuntivo

La Anvil Carrack è completamente atrezzata con un reparto medico ed uno per le riparazioni, una stanza con mappa stellare ed una suite di sensori, un motore per salto iperluce Tarsus Tunneler ed un nucleo di terminali dedicato a calcolare e mappare i jump points! La nave possiede tre punti di attracco, un dispersore di droni (senza equipaggio), un piccolo ricognitore con equipaggio ed un rover per le operazioni su terra!

La Scialuppa e il Rover

La Carrack non è solo una nave: sono tre! In aggiunta alla nave base e ai droni, avrai anche una scialuppa di classe Pisces (Progetto Segreto) ed un rover di classe Ursa per l’esplorazione a terra! Immaginate scoprire un relitto di una nave aliena nel profondo ignoto e dinviare un mebro dell’equipaggio a bordo della scialuppa per un vista ravvicinata… o scoprire uno strano nuovo mondo e scendere con la Ursa per vedere cosa c’è oltre l’orizzonte.

Il ponte di comando

La battaglia fra protezione e visibilità è sempre difficile per una nave esplorativa. Guardate le stelle distanti che state esplorando mettendovi a rischio di un attacco alieno, impatto di un meteorite o peggio… o cartografate la galassia in una scatola blindata? Anvil ha risolto il problema con la Carrack, che dispone di una bellissima cabina finestrata che offre una vista senza precedenti sull’ignoto… dispone di una copertura in titanio rinforzato capace di sigillare la nave rapidamente in caso di pericolo. Quando è in modalità esplorazione la Carrack si basa sui suoi potenti sensori di bordo per il volo.

 

Minigioco

Nome della nave: Franco Malerba

Scanner: Kane

Navigatore: Alcor

Sicurezza: Exarkun

Ingegnere: Gigamez

Verso l’ignoto: Una Carrack ed il suo Equipaggio

La città di Quinton si trasforma al tramontar del sole. Un vivace centro commerciale di giorno, diventa positivamente vibrante di notte, quando il mare di luci varipinte sbrilluccica alla vita. Ti allontani dalla finestra e torni al tuo Hangar. C’è una carica energetica anche qua dentro. Giusto adesso, è incentrata tutta attorno alla Franco Malerba, una nave di classe Carrack all’avanguardia nell’esplorazione che viene prodotta da Anvil. Alcor sta ancora discutendo sulla consegna degli alimenti col fornitore locale Torreele mentre tu e il resto del tuo equipaggio caricate gli ultimi rifornimenti nella stiva. Gigamez completa una diagnostica finale dei sistemi della nave e ti da il via libera.

Con un entusiasmo a malapena contenuto, dai l’ordine:

“Andiamo ad Esplorare”

 

:: Attenzione :: Sistema di scansione :: Attenzione ::

La Franco Malerba esce dall’interspazio ed entra nel sistema Nul. La tua utile Galactapedia indica che siete ufficialmente fuori dal territorio UEE. Il sistema Nul è composto da cinque pianeti con due zone di atterraggio note. La Galactapedia raccomanda cautela, in quanto è risaputo essere un sistema pirata.

Non farti notare ed utilizza lo scanner

Riconoscendo il potenziale pericolo, mantieni un basso profilo per fare una scansione completa del sistema senza attirare attenzioni. Alcor traccia un percorso attorno ad ogni zona di atterraggio per ridurre al minimo la possibilità di incorrere in qualcuno.

La Franco Malerba cerca nel sistema per ore. Sfortunatamente, l’impostazione della rotta era troppo prudente, impedendo al raggio di scansione di ottenere dati ottimali. Dopo tutta questa ricerca, hai solo un po di informzaioni in più di quelle che avevi alla partenza.

 

:: Attenzione :: Luna :: Attenzione ::

Una potenziale anomalia cosmica ti porta nei pressi della seconda luna di Nul II, ma quando si rivela essere solo una tipica nuvola di polvere, Kane suggerisce: “I dati sullo spettro dela lunaindicano una piccola luce. Mentre siamo qui, potrebbe essere una buona idea fare un passaggio vicino alla superficie e vedere se c’è qualcosa di interessante.”

Confidando nell’istinto del tuo equipaggio, indichi ad Alcor di portare la Franco Malerba vicino alla luna. “Quale lato, Signore?” Chiede Alcor, “Chiaro o scuro?”

Cerca nel lato oscuro

I lati oscuri tendono ad essere meno trafficati, il che può significare meno cose interessanti da trovare, ma può anche voler dire più cose lasciate da scoprire. Con la tua miglior voce da Capitano dici, “Portaci nel lato oscuro.”

Alcor prende la nave mentre Kane si mette al lavoro. Tu studi lo scuro orizzonte finchè i dati cominciano a scorrere nella tua console. Alcor cambia percorso dopo aver notato alcuni pennacchi di lava in lontanzanza.

“Alcor tieni duro” Sbotta Kane velocemente.

Alcor rallenta la nave e gira indietro.

“Che cos’è?” chiedi con aria interrogativa al tuo terminale.

“Qua” dice Kane mettendo in evidenza un punto sulla mappa. Ti avvicini scoprendo una serie di vecchie capsule di salvataggio. Un esame più attento rivela che le capsule appartenevano a una nave UEE scomparsa da tempo. Forse è da qualche parte nella zona. Indipendentemente da ciò, prendi nota della posizione in modo da spedirla alla marina al ritorno nello spazio UEE.

 

:: Attenzione :: Meteoroidi :: Attenzione ::

Kane si avvicina eccitato, “Capitano, le scansioni mettono in luce un campo di meteoroidi inesplorato a dritta. A giudicare dalla velocità e dalla direzione, la mia ipotesi è che abbia un percorso orbitale piuttosto grande. Potrebbe non tornare in zona per molto tempo.”

Scansiona l’area

Conoscendo i danni che può provocare un campo di meteoroidi inaspettato, indichi a Kane di vedere se si riesce a incontrare qualcosa nella loro orbita.

Sembra che la tua previsione ti ripagherà dato che individui un’Aurora fluttuante sul percorso orbitale del campo di meteoroidi. Senza perder tempo, Kane prova a contattarla, ma prima che ci riesca, l’Aurora apre fuoco coi suoi ripetitori ritagliando un percorso per se stessa fra i meteoroidi con una precisione un po’ snervante.

Exarkun, voce in capitolo, suggerisce, “Forse è meglio non contattarli, signore.”

Concordi facendo procedere Gigamez a settare tutti i sistemi essenziali a basso profilo finchè l’Aurora non è più in portata.

:: Attenzione :: Esploratori rivali :: Attenzione ::

E’ l’ora di mangiare. Exarkun è sul ponte mentre il resto dell’equipaggio prende qualcosa dalla stiva. Gigamez è nel mezzo di una storia particolarmente cupa di un viaggio verso Goss quando la nave riverbera improvvisamente con l’inconfondibile ronzio degli scudi che assorbono un colpo. Tutti corrono verso il ponte, arrivi e vedi la striscia di una nave passare davanti alla cabina.

Un volto appare sulle comunicazioni generali, “Questo è il nostro pezzo di nulla. Andate a cercarvi il vostro.”

Si tratta di un altra nave da esplorazione chiamata Rip’N’Rag. Girano la loro nave per tenere le armi puntate. Il tuo equipaggio ti guarda speranzoso.

Resta diplomatico

Nessuno deve morire qui. Se volevano uccidere, non avrebbero smesso di sparare, quindi c’è ovviamente una soluzione diplomatica a tutto ciò.

Avvii le comunicazioni col capitano della Rip’N’Rag.

“Guarda, posso vedere che sei armato. E puoi probabilmente immaginare cosa porta questa bambina. Ora, ci potremmo colpire l’un l’altro finchè uno dei due perde, ma sarò onesto, preferirei non sprecare il nostro tempo. Cosa stai cercando qua fuori?”

Il capitano ti fissa un po confuso, “Minerali” egli riesce a balbettare.

“Bene, Noi stiamo cercando un jump, quindi non siamo in competizione, il che significa che non c’è bisogno di inutili confronti.”

Il capitano resta in silezio per un attimo, lancia un occhiata a qualcuno fuori dalla visuale in cerca di aiuto. Chiaramente, non è del tutto sicuro di come gestire questa situazione, quindi interrompe le comunicazioni e vola via.

 

:: Attenzione :: Scanner jump point :: Attenzione ::

Una tazza di thè ti scalda la mano mentre sei seduto sul ponte a guardar fuori dalla grande cabina della Carrack. La distesa infinita di spazio che ti avvolge fa vagare la tua mente… Cosa si proverebbe nello scoprire un nuovo sistema? Sarebbe egocentrico intitolarlo a te? … E se avviene un primo contatto con una civiltà sconosciuta? Potrebbero chiamare un’intera razza aliena col tuo nome… Hai davvero bisogno di scrivere a tuo cugino. Dovresti prestargli i crediti che sta chiedendo? Tua mamma dice che New Austin non ha veramente bisogno di un altro ristorante fufu –

“Capitano, sto captando un segnale”

La voce di Kane ti risveglia dal tuo sogno ad occhi aperti, “è debole ma penso possa essere un Jump.”

Concentri il display sulle più recenti informazioni dello scan e sembra,quasi sicuramente, che un debole barlume sia evidenziato.

Entra nel Jump Point

Questo è ciò che aspettavi! Con un rapido cenno ad Alcor dici a tutti di prepararsi. Gigamez convoglia tutta l’energia agli scudi e al jump drive, mentre la Franco Malerba procede dritta verso la potenziale scoperta della tua vita.

Stringi i denti mentre ci si avvicina al potenziale jump, preparandoti al colpetto che fa il tuo stomaco ogni volta che fai una breccia nell’interspazio, quando improvvisamente Kane ti avverte che il segnale si muove.

Ti giri bruscamente, “Un jump point che si muove?”

Exarkun interviene, “Non credo sia un salto, signore. Le letture che stiamo ottenendo… Se non lo sapessi bene, giurerei che siano fatte in modo senziente.”

Ad un tratto, il segnale si allontana dalla tua nave ad una velocità tale che anche i potenti motori della Carrack avrebbero difficoltà a tenere il passo.

(Crash del browser :/ ho riprovato ma non dice più questo, che *@#! pff…vado avanti comunque)

 

:: Attenzione :: Schiavisti Banu :: Attenzione ::

Una frenetica chiamata da Alcor ti sveglia nella tua cucetta. “Alzati, abbiamo un contatto”

Corri sul ponte per vedere un Mercantile Banu morto dritto davanti.

“Ci hanno salutati?” chiedi.

Kane guarda dietro a te dicendo che non si sono fermati e lancia la comunicazione sui diffusori:

“-viaggia, amico, e nel frattempo pensa se ci potrebbero essere merci che possano interessarti.”

Il capitano Banu inizia a introdurre la sua merce. Dai un’occhiata ad Alcor, che scoppia a ridere.

“Ho pensato che potresti fare acquisti.”

Guardi la schermata delle comunicazioni per vedere i prossimi prodotti presentati dal Banu: l’equipaggio della Rip’N’Rag, gli esploratori rivali di prima, ora schiavizzati.

Alcor smette di ridere.

Divertimento

Normalmente, sei contro la schiavitù di qualsiasi essere vivente. Ma grazie al trattamento che l’equipaggio della Rip’N’Rag ti ha riservato prima, sei disposto a guardare dall’altra parte per stavolta.

Il mercante Banu ti incontra nella sua stanza dei ricevimenti per darti il benvenuto a bordo e mostrarti i suoi prodotti. Dopo qualche intensa trattativa, ti concede una grande quantità di carburante e rifornimenti. L’equipaggio della Rip’N’Rag ti ‘aiuta’ a caricare.

 

:: Attenzione :: Nebulosa :: Attenzione ::

La Franco Malerba si avvicina lentamente ad una splendida nebulosa prismatica. La densa nebbia di particelle rende impossibile vedere cosa c’è dentro.

Fai un cenno ad Alcor che scrolla le spalle, “nessun rischio, nessuna ricompensa immagino.”

“Sì, a meno che non ci schiantiamo contro un asteroide,” Kane risponde sardonico.

“Questo è vero,” risponde Alcor, poi si rivolge a te, “Che si fa?”

Entra nella nebulosa

Sei qua fuori per esplorare. Sembra sciocco non farlo. Avvisi il resto dell’equipaggio di prepararsi e ti allacci al sedile del capitano.

“Andiamo.”

Alcor sorride e dirige la Franco Malerba dentro la nebulosa.

Dopo essere entrato nella nebulosa, sei sollevato nel vedere che i tuoi scanner non sono completamente ciechi. Alcor tiene bassa la velocità. Improvvisamente un’esplosione colpisce la nave.

“Cosa diavolo è stato?”

Exarkun guarda il terminale, “non era naturale, i residui dell’esplosione sembrano provenire da una mina.”

Tutti si congelano. Alcor rallenta rapidamente la nave fino a fermarla. non sapendo quante altre ce ne possano essere la fuori, torni attentamente indietro ed esci dalla nebulosa.

:: Attenzione :: Problemi con l’equipaggio :: Attenzione ::

“Stai mangiando seriamente l’ultimo paccheto di bakmi ayam? Lo sai che li ho portati io!”

Con un profondo sospiro dici ad Alcor di prendere il comando mentre scendi nella dispensa a vedere quale diamine è il problema stavolta.

Tenendo una ciotola fumante di noodles Exarkun sorride innocentemente a Gigamez, “noi condividiamo tutto in cambusa. Non è così, Capitano?”

“Quel bakmi è mio, Exarkun. Lo giuro, dai un altro morso e la prossima cosa che mangerai sarà un mio pugno,” ringhia Gigamez.

Con uno sguardo fisso, il sorriso sparisce dalla faccia di Exarkun mentre alza una manciata di noodles con le bacchette, verso la sua bocca.

Intervieni

Sai di tua esperienza che anche il miglior equipaggio ha le potenzialità di diventare una polveriera. Questa lite può esser ciò che fa finire tutto il viaggio. Non resterai a guardare mentre il controllo sulla Franco Malerba scivola via dalla tua portata. Metterai fine a questi battibecchi ora.

“Basta così!” esclami aspramente congelando entrambi i membri dell’equipaggio sul posto.

“Datemi la dannata scodella.”

Exarkun esita un momento, ma lascia la ciotola di noodles. Prendi una seconda ciotola dal cassetto, e inizi a dividere il cibo a metà.

“La Franco Malerba potrà essere spaziosa comparata alle altre navi, ma pensateci bene, siamo intrappolati dentro una scatola volante nel mezzo dello spazio. Quindi lasciate che vi chieda, insieme a che tipo di persona volete volare?”

Metti le due scodelle di fronte a loro. I loro occhi corrono dal cibo verso te, per finire a guardarsi l’un l’altro.

Exarkun si siede per primo, “Sono veramente dei buoni noodles…Grazie per averli portati.”

Gigamez spiega, “Mia mamma fa la cuoca in un’azienda di bakmi da quando son piccolo. Non l’ho saputo finchè fui diciannovenne, che i suoi noodles fatti in casa erano esattamente la stessa cosa.”

Exarkun lascia uscire uno sbuffo di risata. Qualche momento dopo, erano concentrati in un argomento amichevole sul modo per aggiustare gli scudi per la miglior gestione energetica.

 

:: Attenzione :: Vanduul :: Attenzione ::

Gli scudi si illuminano con due impatti in rapida successione prima che tu abbia tempo di reagire.

“Siamo stati colpiti! Dirigere l’energia agli scudi anteriori,” Urla velocemente Exarkun dal suo computer.

Tu inizi a sparare ordini, “Kane, dammi qualcosa. Alcor, inizia ad accelerare. Gigamez, la situazione si fa rovente, preparati.”

Kane riproduce le informazioni rapidamente come appaiono sullo schermo, “Tre contatti. Vanduul … è un gruppo di caccia, signore.”

Bene, merda.

Combatti!

C’è una ragione per cui hai comprato una Carrack al posto delle altre navi da esplorazione sul mercato, e diciamo solo che non è per i serbatoi rinforzati. Mentre vai verso le doppie torrette, lanci istruzioni al tuo equipaggio, “Alcor, tienici in movimento ma dacci il tempo di allineare i nostri colpi. Kane, chaff e flare sono i tuoi nuovi migliori amici. Exarkun, tu sei con me.”

Provi a combatterli, ma non si mette bene quando i Vanduul ti girano attorno.

“Arrivano,” Kane avvisa che 3 missili, uno per parte, fischiano verso la Franco Malerba, “Sparo i chaff.”

Fissi i missili che si avvicinano quando un’idea ti balza in mente, “Aspetta! Kane, che tipo di missili sono?”

Trattieni il respiro mentre Kane scannerizza i missili, “ciechi, signore.”

Potrebbe funzionare.

“Dmentica i chaff. Alcor, quando dico ora, punta verso il basso e spingici giù… ORA!”

La Carrack si sposta graziosamente dalla linea di fuoco dei missili che continuano diritti verso dove si trovava prima la nave,  contro i Vanduul dall’altro lato.

“Impossibile…” dice Exarkun incredulo mentre le esplosioni di fuoco si dissipano.

A essere onesti, non ti aspettavi che funzionasse per entrambi.

 

:: Attenzione :: Relitto di una nave :: Attenzione ::

Le tue risorse sono quasi esaurite e puoi dire che l’equipaggio è un po sul filo del rasoio. Decidi di dare una perlustrata finale in giro prima di iniziare il viaggio di ritorno verso la civiltà.

Come finiscono solitamente questi viaggi, poco dopo aver pianificato il tuo ritono a casa Kane rileva un contatto. Dopo tutti gli eventi di questo viaggio così lontano, il tuo equipaggio scatta immediatamente all’azione. Alcor ti porta attorno per dare un’occhiata da più vicino. Si tratta di una nave morta che fluttua senza anima. È piuttosto larga, senza simboli di identificazione sullo scafo.

Fai cenno a Kane che sa già cosa stai per chiedere, “Nessun segno di vita. I sistemi della nave sembrano offline, ma ho dei segnali residui che potrebbe essere l’alimentazione di riserva.”

Accedi alla nave da remoto

Hai imparato una cosa da questo viaggio, niente è semplice come sembra. Invece che rischiare le vite del tuo equipaggio, provi a vedere se puoi accedere al relitto da remoto.

Gigamez riesce finalmente a stabilire una connessione fra le due navi e, dopo ore di tentativi, riattiva molti dei sistemi primari del relitto. Dopo qualche momento di silenzio, controlli.

“Trovato qualcosa?”

Gigamez ti guarda semplicemente scioccato, “Uh, si…” e inizia a ridere incredulo.

Ti sposti per guardare il computer. L’equipaggio della nave, prima di qualsiasi cosa terribile sia successa, aveva trovato un jump point.

“Puoi prenderlo? chiedi dopo aver preso fiato.

“Cerco di fare del mio meglio,” risponde Gigamez e prova a scavare più in fondo per i dati di navigazione. Improvvisamente un allarme appare allo schermo, impedendo completamente a Gigamez di controllarlo.

“Uh oh”

L’impianto energetico del relitto è tornato online per andare in criticità.

Ti giri verso Alcor, “Portaci via da qui. Sta per esplodere.”

Alcor scalda i motori a gira la nave, istantaneamente il relitto esplode. La pancia della Carrack si prende dei brutti colpi, ma fortunatamente Gigamez è riuscito a copiare le coordinate.

 

:: Attenzione :: Jump point scoperto :: Attenzione ::

“A chiunque possa trovare questo faro, il seguente è quello che potrebbe essere definito l’ultimo log della buona nave Franco Malerba. Troverete un registro dei nostri viaggi fino ad oggi. Se il segnale del faro è attivo, significa che è passato un mese ed io e il mio leale equipaggio Exarkun, Kane, Gigamez, e Alcor non siamo ancora tornati dal viaggio nell’ignoto jump point a queste coordinate. In caso ci sia accaduto il peggio, abbiamo incluso i nostri voleri finali e i testamenti. Credo e spero comunque che saremo noi a ritrovare questo messaggio per primi. In questo caso, Alcor, mi devi dieci crediti.”

Quando hai finito di registrare il messaggio, Exarkun lascia il faro, e Gigamez accende il motore iperluce. I loro strani toni risonanti si uniscono al suono normale della Carrack in un modo che ti riempie di eccitazione nervosa. “Kane, assicurati che siamo pronti a registrare. Alcor, portaci dentro,” dici con una confidenza che speri nasconda le farfalle in rivolta nel tuo stomaco. Il jump point riempie il tuo campo visivo  mentre la Franco Malerba si avvicina alla rottura dell’interspazio. Prendi un grosso respiro e lo trattieni. Un attimo dopo la tua nave scivola verso l’ignoto…

 

Traduzione realizzata da Zenik.

Lascia un commento