Star Citizen, AtV: aggiornamenti sulle animazioni, armi, corazze e Vanduul di Squadron 42

Star Citizen, AtV: aggiornamenti sulle animazioni, armi, corazze e Vanduul di Squadron 42

Il lancio ufficiale dell’alpha 3.2 di Star Citizen dovrebbe essere a poche ore di distanza. Ma nonostante ciò c’è ancora spazio per un rapido aggiornamento sui progressi della campagna a singolo giocatore Squadron 42, presente per l’appunto all’interno del recente appuntamento con la rubrica Around the Verse.

Il creative director Nick Elms ha esordito con una enigmatica frase in cui afferma “che ci si sta avvicinando sempre più all’obbiettivo di gioco prefissato e, per questo, è sempre più difficile mostrarvi i progressi fatti in Squadron 42 senza svelarvi risvolti del gameplay e spezzoni della trama”. Che ci sia in serbo la pubblicazione di qualche contenuto inedito? O che si parli invece dell’evento più importante dell’anno per Cloud Imperium Games, cioè il CitizenCon di ottobre e dei contenuti che potrebbero caratterizzarlo? Ai posteri l’ardua sentenza.

Tornando all’AtV, Elms ha illustrato nell’arco di appena una decina di minuti di video diversi interessanti aspetti di gioco creati per Squadron 42, ma si sa che l’universo persistente di Star Citizen ne condivide molteplici parti.

A riguardo delle novità sullo sviluppo si parte dall’aggiornamento delle animazioni fps (first person shooter) nello spostamento, l’evoluzione di quelle dedicate a esaminare e all’occorrenza modificare oggetti di varie dimensioni e forme carpiti nella mano del personaggio di gioco, animazioni legate ai così detti “mission giver” che ora dal lato degli sviluppatori sono più facili da implementare e controllare attraverso nuovi strumenti, passando per gli attuali test di rifinitura dedicati alla animazioni per scalare e scavalcare oggetti, fino ai progressi nella realizzazione preliminare di corazze e armi che possa identificare la cultura Vanduul (con tanto di lancia-blaster), la particolare tecnologia per simulare nelle “cinematics” (o cut scene) la distruzione realistica di alcuni elementi di gioco, come la paratia di una nave, e la prima arma aliena mostrata ai fan: il lanciarazzi Xi’an.

La conclusione dell’AtV è stata poi caratterizzata dall’imminente riapertura alla vendita della MISC Prospector, per celebrare l’introduzione del mining nell’alpha 3.2 di Star Citizen, oltre che la possibile presenza nel Reverse the Verse di questa sera dello stesso fondatore Chris Roberts.
La ciliegina sulla torta è stata caratterizzata dalla comparsa delle figlie della coppia Chris Roberts e Sandi Gardiner le quali sembrano avere tutte le carte in regola per sostituire i genitori come presentatrici dell’Around the Verse. E, va detto, che se lo sviluppo di questo grandioso progetto che si definisce un videogame tripla A, ma che invece mira a diventare una simulazione di una vita parallela nello spazio del 2947 proseguirà con questi ritmi, allora le due bambine potranno concretamente avere il tempo per realizzare il sogno di presentare le rubriche di Star Citizen.

Un po’ di coerenza, anche se fa male, qualche volta ci vuole. Per ora è tutto; buon weekend dal vostro Matteum Primo e da tutta la redazione di StarCitizen.it…

…and we’ll see you Around the ‘Verse!

 

Lascia un commento