Star Citizen, AtV: il “dietro le quinte” della conferenza alla Gamescom 2017

Star Citizen, AtV: il “dietro le quinte” della conferenza alla Gamescom 2017

L’attesa conferenza della Gamescom 2017 dedicata a Star Citizen e proposta come di consueto nel Gloria Theater di Colonia è ormai passata da una settimana, lasciando i nostri inviati (che potrete vedere nell’immagine di copertina) stanchi ma carichi di esclusive informazioni, insieme a fan e backer con pareri un po’ discordanti sulla presentazione, secondo alcuni sottotono e per altri entusiasmante, di quella che è stata una porzione dell’alpha 3.0 di questo space sim.

All’interno di questa Cloud Imperium Games ha mostrato alcune nuove feature e inedite collaborazioni, ovvero quella con Faceware Technologies, di cui abbiamo già discusso in un precedente articolo, oltre ad aver introdotto il concept dell’inedita Origin 600i, mettendo inoltre all’opera, all’interno di un’ipotetica missione di gioco, la Costellation Aquila e ben due Idris di classe fregata.

Bug e imprevisti non sono purtroppo mancati, a testimonianza del fatto che non vi è ancora una build stabile della 3.0, e come si è effettivamente visto in diretta, lasciando un Chris Roberts quanto mai in disappunto. Tuttavia anche questo fa parte del processo di sviluppo di un videogame, soprattutto di uno che mira ad andare oltre i semplici canoni di un genere e che vuole rimanere trasparente nel bene e nel male con continui aggiornamenti; questo “battesimo del fuoco” ha molto probabilmente permesso ai dev di fare tesoro di quelle esperienze che serviranno per quando saranno chiamati a raccolta gli Evocati, come ha ammesso in parte lo stesso Eric Kieron Devis nell’episodio di Burn Down di questo AtV.

Ma al di là delle problematiche, tutto questo non sarebbe stato possibile realizzarlo e organizzarlo senza l’impegno di quelle figure che passano per lo più inosservate e si muovono nel così detto “dietro le quinte”, ma che sono il vero motore di questo tipo di iniziative: partendo dai volontari per arrivare agli sviluppatori che hanno lavorato per tutte le giornate della Gamescom, correggendo bug e fornendo per quanto possibile un’esperienza di gioco fluida alle più di duemila persone che hanno voluto provare Star Citizen a Colonia. A loro è dedicato questo Around the Verse.

Passando in conclusione a Burn Down, questa settimana il QA team e non solo ha avuto a che fare principalmente con un bug legato agli ascensori di Levsky, risolto con l’aggiunta di una rampa di accesso, un altro riguardante le animazioni dei venditori e, ancora, con un Miles Eckhart con chiari sintomi post sbornia, che, a parte gli scherzi, vedevano il personaggio accucciato in un angolo del locale piuttosto che nella posizione in cui egli doveva essere.

A riprova della mole di contenuti presenti nella nuova build che caratterizzerà di Star Citizen, è bastato spostare e aggiungere qualcosa perché, come un domino, altre feature dell’alpha 3.0 ne risentissero, facendo schizzare i bug che attualmente bloccano tale versione a ben 94 dei 67 precedenti. Infine CIG informa i backer che il monthly report del mese di agosto non sarà pubblicato per via della Gamescom, ma si salterà direttamente a quello di settembre.

È tutto, buon weekend…

…We’ll see you Around the ‘Verse!

 

Lascia un commento