Star Citizen, AtV: la piccola ma aggressiva Vanduul Blade, gli aggiornamenti sull’alpha 3.2 e i kiosk

Star Citizen, AtV: la piccola ma aggressiva Vanduul Blade, gli aggiornamenti sull’alpha 3.2 e i kiosk

Lo sviluppo delle feature che caratterizzeranno l’alpha 3.2 di Star Citizen prosegue a piccoli passi. Dai precedenti update degli scorsi Around the Verse si possono infatti notare i miglioramenti nel gameplay dell’estrazione di minerali e a riguardo degli effetti VFX quasi finalizzati e a breve sottoposti al giudizio di Chris Roberts, fondatore di Cloud Imperium Games. Ma soprattutto sulle prime interazioni con l’IA nemica durante gli scontri a fuoco nel FPS (first person shooter), gli hangar con tanto inquietanti suoni d’apertura delle porte, insieme a Hurston e Lorville che sembrano sulla buona strada nel “prendere vita”.

Un approfondimento è stato fatto anche sul nuovo sistema di compra vendita di oggetti non fisicamente presenti nei vari, e così detti, kiosk di Star Citizen. A riguardo di questo primo prototipo che debutterà con l’alpha 3.2 è stato dichiarato che è già possibile interagire con i vari terminali e vedere quali oggetti, come cooler, missili o generatori di scudi, sono adatti a quel determinato tipo di nave nel quale si vuole montarli. Benché, va sottolineato, rimanga ancora il bisogno di “etichettarli” nel modo appropriato all’interno del database del persistent universe.

È interessante inoltre notare che il comando di vendita è presente anche nei kiosk che non vendono solo piccola oggettistica, dalle armi per i personaggi ai vestiti, ma anche in quelli delle componenti delle navi; che ci sia all’orizzonte un nuovo segmento di mercato per la compra vendita, tra avamposti e stazioni spaziali, di pezzi d’astronave? Non è del tutto da escludere, anche se gli sviluppatori non hanno accennato nulla a tal proposito.

Questo episodio della rubrica Around the Verse ha infine ospitato il nuovo format dello ship shape: per andare incontro ai fan (e anche ai dev) si riduce a circa nelle proprie tempistiche di show ma verrà mostrato ogni due settimana per tenerci costantemente aggiornati.

E proprio a riguardo di aggiornamenti, sono stati mostrati quelli del nuovo piccolo aggressivo fighter Vanduul: la Blade. Con 4 armi S2 e 8 missili S1 la Blade si trova un gradino sotto la più grande Scythe, guadagnando in velocità e manovrabilità quello che la controparte più grande ha in resistenza ai danni, e assetandosi come equivalente alieno della Gladius.

Il classico cockpit minimale con la classica seduta coricata, unito alla tecnologia di recupero della razza Vanduul, con tanto di biomeccanica applicata, rispecchia la filosofia Vanduul e particolare stile: “tale nave è stata fatta da tecnologie rubate ad altre razze, assimilate nel collettivo Vanduul e impiegate per i propri scopi di conquista. Questi alieni sono molto bravi nel capire come funzionano le cose e modificarle al proprio volere”, hanno svelato i designer.

“La difficoltà nello sviluppo è stata quella di rendere la Blade abbastanza piccola, e senza troppi poligoni, da essere adatta a far parte di una vera e propria orda di navi che sciamano intorno alle colossali capital ship (come mostra l’immagine in copertina n.d.r.)”, hanno proseguito i dev, concludendo: “la Blade è il nuovo punto di partenza stilistico Vanduul che farà da filo conduttore per tutta la flotta di questa razza, in modo da renderla unica e caratteristica al primo colpo d’occhio”.

Che dite? Si avvicina allo stile alieno di una razza senza scrupoli che mira a conquistare e assimilare tutto? Sa un po’ dei Razziatori di Mass Effect.

Comunque, è tutto. Buon weekend…

…and we’ll see you Around the ‘Verse!

 

Lascia un commento